Bernabeu alla rovescia: fischi per Bale… applausi per il “miglior nemico” Odegaard

Bernabeu alla rovescia: fischi per Bale… applausi per il “miglior nemico” Odegaard

I tifosi dei Blancos si sono stufati del gallese e lo hanno manifestato al momento dell’ingresso di Real Madrid e Real Sociedad in campo. Gareth Bale è sempre più lontano dal popolo delle Merengues, che preferisce la stellina norvegese, per una sera avversario…

di Redazione Il Posticipo

Per Gareth Bale, un accoglienza freddina. Il gallese si è fatto rivedere al Santiago Bernabeu dopo due settimane in cui è ritornato in campo con la sua Nazionale e ha fatto parlare di sé soprattutto fuori. Bale ha mostrato tutto fiero la bandiera con la scritta “Galles, Golf, Madrid, in quest’ordine” al momento della qualificazione ad Euro 2020 scatenando la furia dei tifosi e della stampa spagnola. Un gesto che rischia di costargli caro: il pubblico del Bernabeu sembra aver perso la pazienza nei suoi confronti e guarda già al futuro, magari proprio in casa della Real Sociedad.

FUORI – Fischiato senza nemmeno essere sceso in campo. Il pubblico del Bernabeu ha reagito duramente quando è stato annunciato il nome del gallese, che si è accomodato in panchina prima del fischio d’inizio della sfida. Il rapporto tra giocatore e ambiente è ai minimi storici e sembra destinato a peggiorare nelle prossime settimane, che separano la casa blanca dalla finestra di calciomercato invernale. E probabilmente anche dall’addio alla capitale spagnola.

SOSTITUTO – C’è però anche chi è stato applaudito. Seppur facente parte dei rivali. Secondo quando riportato da As, Martin Odegaard  è stato accolto da tantissimi applausi. Non è una novità, del resto, che i tifosi del Real credano moltissimo nel ragazzo che sembra aver ritrovato talento e continuità di rendimento smarrite. E hanno fatto sentire il proprio calore al giocatore, in prestito alla Real Sociedad dalla scorsa estate. Una chiara manifestazione di affetto nei confronti del 20enne, che potrebbe presto molto utile ai Blancos in futuro. Odegaard preferirebbe restare a San Sebastian per due stagioni, ma difficilmente potrà opporsi di fronte all’insistenza del club proprietario del suo cartellino. Resta da capire se sarà lui anche nel cuore dei tifosi, il nuovo Bale. Purché non faccia la stessa fine…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy