Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Bergonzi: “Arbitraggio insufficiente, due rigori solari. Ormai ci si trincera dietro il chiaro ed evidente errore”

(Photo by Claudio Villa - Inter/FC Internazionale via Getty Images)

L'ex arbitro molto duro sulla gara dello Stadium.

Redazione Il Posticipo

L'arbitraggio di Juventus - Napoli non è piaciuto. La direzione di Mariani ha scatenato i social e scontentato quasi tutti. Diversi episodi che lasciano spazio ad interpretazioni e polemiche. Sulla questione è intervenuto l'ex arbitro Mauro Bergonzi. E le sue parole sono riprese da TMW Radio.

EPISODI  - Alcune decisioni dell'arbitro hanno fatto discutere. Bergonzi è molto chiaro. "In partite come queste l'operato dell'arbitro è giudicato proprio dagli episodi. Il fallo di Lozano su Chiesa è abbastanza chiaro. A mio avviso ci sono gli estremi per il calcio di rigore, giustificati dalla negligenza evidente del messicano. Non riesco a capire perché l'azione non sia stata rivista al VAR per tornare indietro sulla decisione. Anche Alex Sandro su Zielinski commette un fallo punibile con il calcio di rigore perché il bianconero colpisce il giocatore del Napoli sullo stinco. Anche qui è calcio di rigore. A meno che non sia cambiato il regolamento. A parte gli scherzi, nel primo tempo non sono stati assegnati due rigori solari. Non capisco i parametri di giudizio".

VAR - Bergonzi si sofferma sul rigore finale. "Mi sfugge il rigore concesso nel finale al Napoli perché la dinamica è estremamente simile all'episodio di Zielinski. Credo che Mariani non sia stato aiutato abbastanza da VAR. E comunque credo ci debbano spiegare quali siamo esattamente le disposizioni per avvalersi dell'uso della tecnologia. Ormai si parla di dicitura. Di chiaro ed evidente errore, come se sia possibile trincerarsi dietro la soggettività, ma il lavoro del VAR dovrebbe essere questo, ovvero capire e intervenire. Non credo sia una questione di età. Di Paolo è giovane, ma se Rizzoli lo ha scelto evidentemente lo ha reputato adatto al ruolo da ricoprire. Anche se poi occorre dimostrarsi bravi anche davanti allo schermo. Il campionato entra nella sua fase più delicata. Ci si gioca salvezza, Champions e tanti obiettivi"

Potresti esserti perso