Berbatov applaude le cessioni del Real: adesso manca solo Jovic…

L’ex centravanti ha analizzato le operazioni in uscita dalla casa blanca. Non resta che… liberarsi del serbo.

di Redazione Il Posticipo

Berbatov analizza il mercato in uscita del Real. L’ex nazionale bulgaro ha pochi dubbi: dopo aver lasciato andare Bale e James, è il turno di Jovic.

JOVIC – L’ex centravanti, come riportato da AS, non lascia molto spazio alle interpretazioni: “Ho sempre ammirato Jovic, ma ritengo che tornare a Francoforte sia la migliore scelta  possibile. Conosce l’ambiente, lo adorano e tornerebbe il grande calciatore che abbiamo apprezzato. Del resto non ha motivo di restare a Madrid. Non sta giocando . Zidane ha lasciato intendere, dopo la sfida con la Real Sociedad, che non gli darà molte opportunità. Né ha avuto fortuna con gli infortuni, quindi meglio ricominciare e ritrovarsi”.

JAMES – Chi invece si è già ritrovato è James Rodriguez. “Il Real Madrid ha fatto benissimo a lasciare andare via il colombiano. A volte, nel calcio, le cose funzionano così. Arriva un momento in cui fra calciatore e club si arriva ad un punto di non ritorno. E dunque è necessario separarsi. Al Real non importa quanto si sia grandi giocatori, il club continuerà ad esistere e a raccogliere successi. Nessun calciatore è più importante del club. E sono convinto che James potrà aprire un nuovo ed entusiasmante capitolo della sua carriera. Con Ancelotti poi, ci riuscirà di sicuro”.

BALE – Ultimo Bale. Il suo è un prestito ma non è affatto detto che torni a Madrid. Anzi. Berbatov è convinto che possa trascinare gli spurs a vincere. “Sono sicuro che dopo aver visto quel 5-2 Bale avrà pensato che al Tottenham si possa tornare a sollevare qualche trofeo. Mi è successo qualcosa di simile allo United. Bale spingerà gli altri compagni ad alzare l’asticella. E la concorrenza aiuta a migliorarsi. Sarebbe anche ora: gli spurs hanno una bellissima squadra ma anche una bellissima vetrina vuota”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy