Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Berbatov sottolinea…il problema CR7: “Gli altri cominciano a diventare scontenti quando vengono esclusi…”

MANCHESTER, ENGLAND - SEPTEMBER 11: Cristiano Ronaldo of Manchester United looks on during the Premier League match between Manchester United and Newcastle United at Old Trafford on September 11, 2021 in Manchester, England. (Photo by Clive Brunskill/Getty Images)

Può l'arrivo di Cristiano Ronaldo rappresentare un problema per il Manchester United? A prima vista no, ma ci sono alcune dinamiche che si ripercuotono sul resto della rosa e che rischiano di diventare grattacapi importanti per Solskjaer...

Redazione Il Posticipo

Può l'arrivo di Cristiano Ronaldo rappresentare un problema per il Manchester United? A prima vista no, perchè sia nella vittoria contro il Newcastle che nella sconfitta in Champions League contro lo Young Boys, il portoghese è stato il migliore della squadra di Solskjaer. Ma questo non significa che il ritorno del cinque volte Pallone d'Oro non possa avere conseguenze negative, che esulano dal portoghese in senso stretto, ma che si ripercuotono invece sul resto della rosa. Nessuno può saperlo meglio di Dimitar Berbatov, che con Ronaldo ci ha giocato, anche se solo per una stagione. Parlando a Betfair, il bulgaro si mette nei panni di Cavani, che lo scorso anno era il centravanti titolare, e ora si ritrova a fare panchina.

CAVANI - Una situazione che, se non accuratamente disinnescata dal tecnico, rischia di avere conseguenze negative per l'ambiente e per il resto della squadra. "Non sono sorpreso dall'impatto immediato che Ronaldo ha avuto allo United. E non potrà fare altro che migliorare man mano che la stagione va avanti. Ma spero che Ole abbia avuto una conversazione onesta con Cavani riguardo i suoi piani per la squadra. Da calciatore, quando sei in questa situazione, capisci benissimo che il lavoro dell'allenatore è quello di scegliere la squadra migliore, ma vorresti sempre giocare e cominci a diventare scontento quando vieni lasciato fuori". E soprattutto se non si vince, i mugugni non sono mai positivi.

 (Photo by Michael Regan/Getty Images)

CONCENTRAZIONE - Come in Champions, dove la trasferta in Svizzera è terminata con una sconfitta. "Il rosso di Wan-Bissaka è stato un brutto colpo, ma i Red Devils avrebbero dovuto gestire meglio la situazione. Quando vai in 10 devi essere più concentrato e più intelligente. E lo United non è stata nessuna delle due cose e alla fine è stata una distrazione di Lingard a costare cara. Il risultato dimostra che la squadra deve essere più furba in Champions League, i calciatori dovrebbero evitare di beccare cartellini rossi nella prima metà di una partita fuori casa. Ma ci sono occasioni in cui chi è in campo prende decisioni affrettate. E viste le circostanze, una pareggio sarebbe stato un buon risultato". Insomma, Ronaldo è tornato, ma non risolve certo tutti i problemi.