Berbatov punge lo United: “Un errore cedere Lukaku, ora il belga sarà a casa che se la ride”. E i tifosi lo rimpiangono…

Anche in questa stagione Lukaku è partito bene, con tre reti in due partite. E sull’onda delle sue prestazioni, continuano ad arrivare i più classici “te lo avevo detto”. Il più importante lo sfodera un altro ex centravanti del Manchester United, Dimitar Berbatov. Ma anche i supporter dello United fanno mea culpa…

di Redazione Il Posticipo

Le parole di Romelu Lukaku al Times fanno parecchio discutere in Inghilterra. Il centravanti belga dell’Inter ha rilasciato una lunga intervista al quotidiano inglese, soffermandosi sul perchè abbia deciso di cogliere al volo l’occasione di lasciare il Manchester United. Troppe le critiche ricevute, molte delle quali senza troppo senso, tra cui quelle sulla sua velocità e sul suo scarso impegno. Risultato, da un anno e qualche mese il bomber se lo godono alla Pinetina e anche in questa stagione Lukaku è partito bene, con tre reti in due partite. E sull’onda delle sue prestazioni, continuano ad arrivare i più classici “te lo avevo detto”.

ERRORE – Il più importante lo sfodera un altro ex centravanti del Manchester United, Dimitar Berbatov. Il bulgaro di recente è sempre stato parecchio critico riguardo le scelte di mercato dei Red Devils, ma in particolare non ha mai digerito la decisione di cedere il belga. E ora, parlando a BBC5, si loda non poco, ritenendo che in fondo il suo giudizio sia sempre stato giusto al riguardo. “Io l’avevo detto che lasciare andare Lukaku era un errore. E probabilmente in questo momento il belga è a casa, che se la ride. Mi piacciono i centravanti che ha lo United, ma hanno bisogno di quel bomber che possa garantire quei 30, 25, o 20 gol”.

TIFOSI – Numeri alla mano, esattamente quello che ha fatto Lukaku all’Inter. E anche allo United, almeno nella prima stagione, quando in lui c’è stata parecchia fiducia da parte di Josè Mourinho. Poi sono arrivate le critiche e qualcosa si è rotto. Ma adesso a fare mea culpa sono anche i tifosi, una parte fondamentale dell’addio del belga. Oltre agli addetti ai lavori, infatti, una buona fetta dei supporter del Manchester United aveva deciso che il centravanti non andava bene per la squadra di Solskjaer, con critiche anche feroci alla sua tecnica di base e al suo impegno. Ora basta fare un giro sui social per vedere che il vento è cambiato eccome. “Abbiamo venduto Lukaku per prendere Cavani a 34 anni?”, si chiede più di qualcuno. E l’impressione è che Berbatov abbia ragione: il belga, ora come ora, se la ride davvero…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy