Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Benzema: “Il Real non dipende da me. Mbappé? Potrebbe raggiungere Madrid, per ora pensiamo a vincere”

BARCELONA, SPAIN - OCTOBER 24: Karim Benzema of Real Madrid CF looks on during the La Liga Santander match between FC Barcelona and Real Madrid CF at Camp Nou on October 24, 2021 in Barcelona, Spain. (Photo by David Ramos/Getty Images)

Intervenuto in conferenza stampa, l'attaccante ha fatto chiarezza sulle sue condizioni. E non solo...

Redazione Il Posticipo

Benzema è quasi pronto per il Parco dei Principi. L'attaccante francese ha fatto tremare Ancelotti e i tifosi del Real Madrid ma cercherà in tutti i modi di essere in campo per l'andata degli ottavi di Champions. Intervenuto in conferenza stampa, l'attaccante ha fatto chiarezza sulle sue condizioni. Le sue parole sono riprese da Bernabeu digital.

RECUPERO- Ancelotti lo ha sempre definito fondamentale. Benzema ha fatto e farà di tutto per esserci, anche forzando ma senza rischiare nuove ricadute. "Recuperare non è stato facile. Ho lavorato giorno e notte sia a Valdebebas che a casa per recuperare il prima possibile. Fisicamente mi sento molto meglio. Spero di stare bene e poter scendere in campo per tutti i 90' ma sono pronto anche a restare a Madrid qualora dovesse essere necessario. Credo sia più importante non infortunarsi. Il Real non è Benzema dipendente, la squadra può vincere anche se non scendo in campo. Spero comunque di essere al 100% domani ma non ha senso correre rischi perché la stagione è lunga".

PSG - Ottavi di finale... anticipata. Il PSG non attraversa un grandissimo momento. "Non credo abbia così grandi difficoltà e comunque la Champions è una competizione a parte. Sarà una partita molto equilibrata e il cambiamento della regola del gol in trasferta non è così decisiva. Chi segna di più dell'avversario passa ugualmente".

MBAPPE' - A proposito di gol, il PSG ha un tridente in grado di trovare il gol in qualsiasi momento. "Neymar è un top player, non so se sarà al 100% ma in ogni caso è meglio per il PSG che sia in campo. Messi non ha bisogno di commenti, è un giocatore straordinario. È chiaro che la gente si aspetta più gol, ma lo vedo anche più coinvolto nel gioco di squadra. Lo conosco bene. Ho giocato contro di lui tante volte al Barcellona. Messi è il calcio. Mbappé è giovanissimo ma è già uno dei migliori calciatori al mondo. Sarà speciale e piacevole incontrarlo, di solito giochiamo insieme in nazionale". Chi sa se anche al Real. "Penso che tutti sappiate che un giorno possa raggiungere Madrid, ora però concentriamoci a vincere"