Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Benteke spiega il problema di Hazard: “Ora evita il contatto, inconsapevolmente ha paura di farsi male”

BRUSSELS, BELGIUM - NOVEMBER 15:  Eden Hazard #10 and Thorgan Hazard #16 of Belgium in action during the UEFA Nations League A group two match between Belgium and Iceland at King Baudouin Stadium on November 15, 2018 in Brussels, Belgium.  (Photo by Dean Mouhtaropoulos/Getty Images)

Il calciatore che aveva fatto innamorare il mondo con il Chelsea si vede sempre meno. E il compagno di nazionale Christian Benteke ha una sua teoria sul perchè...

Redazione Il Posticipo

Quando è arrivato a Madrid, per Eden Hazard è stato subito evidente che l'eredità di Cristiano Ronaldo sarebbe stata tutta sulle sue spalle. Il che sarebbe un problema per chiunque, ma se qualcuno poteva provare a far dimenticare il cinque volte Pallone d'Oro alla Casa Blanca, quello doveva essere il belga. Pagato tanto, tantissimo, considerando che nella stagione successiva sarebbe andato a parametro zero e che fino a quel momento 100 milioni (almeno secondo le cifre ufficiali) dal Real erano stati spesi solo per Bale. Però alla fine sembravano tutti contenti: il calciatore aveva realizzato un sogno, Zidane aveva ottenuto un talento che ha sempre apprezzato e il club aveva portato l'ennesimo Galactico al Bernabeu.

PROBLEMI - Poi però sono arrivati gli infortuni. Un qualcosa che nella carriera di Hazard c'è sempre stato, ma che ora gli sta impedendo di dimostrare il suo valore a Madrid anche con Ancelotti. E che soprattutto spaventa non poco anche il Belgio. Nel match contro l'Estonia che ha spedito i Diavoli Rossi in Qatar, il numero 7 del Real ha giocato 62 minuti, prima di essere sostituito da suo fratello Thorgan. Ma c'è poco da fare, il calciatore che aveva fatto innamorare il mondo con il Chelsea si vede sempre meno. E il compagno di nazionale Christian Benteke, nelle dichiarazioni riportate da AS, ha una sua teoria sul perchè. "Hazard ha una lunga storia di infortuni e adesso evita ancora di più il contatto nel suo modo di giocare. Quando hai un passato simile, inconsapevolmente ci pensi un po'".

NEWCASTLE - Insomma, il belga, visti i tanti infortuni che ha avuto, toglie la gamba? Sì, ma Benteke sottolinea che questo non deve per forza essere un male."Però il fatto che non dribbli cinque o sei avversari non significa che Eden non faccia nulla di buono in partita. Anzi, non serve necessariamente che lo faccia. Adesso si muove in campo in maniera più intelligente". Sarà, ma Hazard sembra decisamente in calo. E chissà che non gli possa far bene lasciare il Real per una squadra in cui sarebbe davvero protagonista... "Il Newcastle sarebbe l'opzione ideale, tutti i palloni passerebbero da lui. Se riuscisse a far rimanere il Newcastle in Premier League, potrebbe dare un nuovo impulso alla sua carriera". Sempre a patto...di non prendere molti calci.