Benitez chiede spiegazioni: stessa infrazione di Guardiola, ma Pep è assolto e lui…paga!

In Inghilterra funziona così, il fischietto non si deve neanche nominare, altrimenti scatta la sanzione. Ma in realtà esiste qualche modo per evitarla. Come, per esempio, chiamarsi Pep Guardiola e essere l’allenatore del Manchester City. Un caso che ha fatto infuriare Benitez.

di Redazione Il Posticipo

Due pesi e due misure. Succede, anche ad altissimi livelli. Che la stessa tipologia di evento possa essere interpretata in maniera diversa a seconda delle situazioni ci sta, ma che davanti a un regolamento ci siano due pene differenti può sembrare strano. Di certo, come riporta il Mirror, è quello che è successo a Rafa Benitez, che è stato multato di sessantamila sterline…per aver parlato bene dell’arbitro. Strano? Non troppo. In Inghilterra funziona così, il fischietto non si deve neanche nominare, altrimenti scatta la sanzione. Ma in realtà esiste qualche modo per evitarla. Come, per esempio, chiamarsi Pep Guardiola e essere l’allenatore del Manchester City.

STESSA INFRAZIONE – Stessa infrazione, aver discusso dell’arbitro (e sempre in maniera positiva) prima della partita, ma nessuna sanzione per il catalano. E a questo punto, sostiene il tabloid, l’ex allenatore del Napoli ha tutta l’intenzione di spedire una lettera alla Football Association per chiedere i motivi di tanta differenza nell’approcciare casi simili, se non identici. Del resto il regolamento parla chiaro ed è a scapito di interpretazioni: “Qualsiasi commento prima della partita, inclusi quelli di carattere positivo, che verrà fatto nei confronti degli arbitri designati sarà considerato come condotta impropria”. Stessa accusa, dunque, ma risultato diverso al momento del giudizio. Perchè?

PIÙ SEMPLICE? – Il Mirror riporta che Benitez sarebbe davvero furioso, in quanto una decisione simile sarebbe sintomatica di come sia più semplice punire l’allenatore di una squadra di media classifica piuttosto che il tecnico del City campione d’Inghilterra. E dalla lettera, che dovrebbe essere inviata a breve, lo spagnolo si aspetta una risposta soddisfacente. Intanto, proprio sulla base dello scampato pericolo per il connazionale, Benitez farà ricorso contro la sanzione pecuniaria, in attesa di sapere perchè lui è stato punito e Guardiola no. E poi il tecnico del Newcastle potrà concentrarsi sul campionato, con la sua squadra che zoppica. Anche se di lettera potrebbe riceverne una lui, dal Guangzhou Evergrande che è (ancora) di Cannavaro. Benitez a questo punto potrebbe accettare. I soldi non sarebbero più problema e parlare degli arbitri…neanche.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy