Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Benevento, ritiro revocato, Vigorito: “Capita di litigare. Faremo di tutto per mantenere la serie A”

BENEVENTO, ITALY - NOVEMBER 28: Filippo Inzaghi Benevento Calcio coach gestures during the Serie A match between Benevento Calcio and Juventus at Stadio Ciro Vigorito on November 28, 2020 in Benevento, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Il presidente ha deciso di rinnovare la fiducia ai giocatori e all'allenatore, convinto che vi siano i presupposti per centrare l'obiettivo salvezza.

Redazione Il Posticipo

Benevento, ritiro revocato. Il presidente Oreste Vigorito ha deciso di rinnovare la fiducia ai giocatori e all'allenatore, convinto che vi siano i presupposti per centrare l'obiettivo salvezza. I sanniti, dopo un girone d'andata ad alta quota, sembrano in caduta libera. Le parole del patron, riprese da Ottogol, però, sono cariche di ottimismo e determinazione.

LITE - Stop al ritiro dunque. Il Benevento preparerà la sfida con la Juventus, in condizioni di ritrovata normalità. "Per la prima volta da quando sono presidente di questa società ho lasciato lo stadio prima che finisse la partita, C'è stata un po' di maretta ma credo che accada ovunque. E comunque sono discussioni che restano in famiglia. Non servono spiegazioni. Dopo la partita i calciatori sono tornati a casa. Il ritiro è iniziato domenica mattina e non è stato punitivo. Foggia ha pensato che trascorrere una giornata insieme avrebbe consentito a tutti di dire la propria e capire cosa stia succedendo guardandosi negli occhi. Abbiamo fiducia in questi ragazzi, la struttura della squadra è la stessa che ha disputato un ottimo girone d'andata".

SALVEZZA - Resta da perseguire l'obiettivo salvezza. "Non sono preoccupato. Questa squadra non si è mai fermata e insieme faremo l'impossibile per conservare ciò che abbiamo conquistato. E anche se il finale di campionato dovrebbe essere infausta la squadra dovrà costringere i tifosi ad applaudirli per aver messo in campo orgoglio e dignità". Il rischio è che l'ambiente possa spaccarsi. "I tifosi veri non possono dissociarsi. Inzaghi e il direttore sportivo hanno parlato ai calciatori, l'ho fatto anche io. Ci sono stati tanti problemi, nelle ultime settimane qualche nervosismo e tanti infortuni. Vogliamo raggiungere il nostro obiettivo e siamo fiduciosi perché c'è la concreta opportunità di ottenerlo. Non serve a nulla inviare messaggi negativi o contestare la campagna acquisti di gennaio. Seminare lo sconforto non serve.  Nessuno è perfetto, ma nessuno scappa. Abbiamo rispetto dei nostri tifosi. E credo sia giusto condividere un percorso insieme. Si dovrebbe prendere esempio dalla Curva che nonostante l'impossibilità ad essere presente invia sempre messaggi che toccano le corde giuste e il cuore dei calciatori".

Potresti esserti perso