Benevento in… lockdown: Inzaghi chiude il 2020 con la miglior difesa nelle ultime sette giornate

Dalla sosta per le nazionali a quella natalizia, il miracolo del Benevento.

di Redazione Il Posticipo

Italia in lockdown, ma il Benevento lo era… da tempo. I sanniti hanno chiuso la porta e buttato la chiave dalla ripresa del campionato. Dietro il miracolo sportivo di Filippo Inzaghi ci sono lavoro e organizzazione. La squadra ha toccato il fondo nel Ko casalingo contro lo Spezia. Da allora, sfruttando anche la sosta, Superpippo si è messo al lavoro modificando lo scacchiere tattico dei suoi. E i risultati, come riportato da uno studio di ottopagine.it  sono sotto gli occhi di tutti.

(Getty Images)

STREGONE – Nella città delle Streghe, Inzaghi non ha utilizzato la bacchetta magica. Semplicemente ha lavorato sui punti deboli di una squadra che segnava parecchio e subiva tantissimo. Prima della sosta per le nazionali, il Benevento è a ridosso della zona retrocessione con sei punti e la critica punta il dito sulla squadra. Il buon inizio di campionato è un ricordo. Inzaghi non arretra di un centimetro di fronte alle più fosche previsioni, ma lavora sul baricentro. La squadra si abbassa leggermente, senza rinnegare la propria identità. E trova la chiave. La vittoria di Firenze apre un miniciclo che porta la squadra a conquistare 12 punti in sette giornate, a dispetto di un calendario quasi impossibile. I giallorossi pareggiano con Lazio e Juventus, resistono a Parma e vincono due scontri diretti importantissimi con Genoa e Udinese. La differenza è nella produzione offensiva. “Appena” 7 gol segnati, contro i soli 3 subiti.

RIPRESA – Una ripresa dopo la… ripresa. Considerato lo stato di forma delle ultime sette giornate il Benevento è al sesto posto in classifica dietro Inter, Verona, Milan, Juventus e Roma. Un passo da Europa League più che da salvezza. Considerando però la fase difensiva, i sanniti occupano addirittura in testa nella classifica. Nessuno, neanche l’Inter che ha vinto tutte le partite giocate in campionato fra la sosta e Natale è riuscito a subire meno reti del Benevento. Un cambiamento radicale. Inzaghi aveva subito 20 gol nelle prime sette giornate. E nelle successive appena tre, mantenendo più o meno lo stesso trend in fase offensiva: 10 dalla prima alla settima giornata, 7 dall’ottava alla quattordicesima. ha chiuso la porta ed aperto un… portone che porta, con questa media, a un campionato con vista Europa.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy