Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Benevento, il ds Foggia fra calcio e mercato. “Troppe critiche dopo lo Spezia. Entrare in questo gruppo non è semplice”

BENEVENTO, ITALY - NOVEMBER 28: Filippo Inzaghi Benevento Calcio coach gestures during the Serie A match between Benevento Calcio and Juventus at Stadio Ciro Vigorito on November 28, 2020 in Benevento, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

I sanniti non hanno intenzione di adagiarsi sugli allori, ma neanche di operare in modo avventato sul mercato.

Redazione Il Posticipo

Il Benevento non ha intenzione di adagiarsi sugli allori. L'ottimo campionato disputato sinora non basta per garantire la salvezza. E il direttore sportivo Pasquale Foggia nel corso di Ottogol ha parlato sia del 2020 che delle prospettive di mercato.

SQUADRA - Neanche il più ottimista dei tifosi pensava di ritrovare il Benevento nella parte sinistra della classifica. "Sono contento. Questo decimo posto era inimmaginabile all'inizio del campionato. I ragazzi non smettono mai di stupirci e ne siamo soddisfatti. Il nostro percorso è nato soprattutto dalle sconfitte. Non esci da certe situazioni se non vi sono le condizioni. E qui remano tutti dalla stessa parte. Questa deve essere la nostra forza. Sono rimasto stupito e dispiaciuto dalle critiche piovute dopo la sconfitta con lo Spezia. Bisogna essere equilibrati nei giudizi. La serie A va assaporata e goduta, è stata conquistata con grande fatica ed è un qualcosa che dobbiamo tenerci stretto".

PROSPETTIVE  - Foggia ha anche parlato dell'immediato futuro. Il mercato, specialmente in entrata, sarà legato a specifiche condizioni, non solo economiche. "Entrare in questo gruppo non è semplice.  Posso creare dei danni a questa squadra facendo scelte sbagliate. Questo è un gruppo fantastico, tutti stanno dando il proprio contributo. In questo momento sento molti voci intorno al possibile arrivo di un attaccante. Noi puntiamo moltissimo su Lapadula: non ha segnato molto perché compie un lavoro incredibile per la squadra e correndo così tanto non sempre si è lucidi sotto porta".

ATTEGGIAMENTO - La chiave per salvarsi, secondo il dirigente, è nella mentalità. "Ci teniamo ben stretti questo atteggiamento. La nostra unica forza per poterci salvare è mantenere intatto questo aspetto. A centrocampo non faremo nulla. Viola sarà il nostro acquisto di gennaio. Speriamo di recuperarlo il prima possibile, perché è un calciatore di valore assoluto. Anche se in quella posizione c'è Ionita che si è sempre ben comportato. In difesa è possibile pensare a un centrale, ma non è detto che interverremo. In generale se arriverà qualcosa ben venga, ma saremo operativi anche in uscita. Nel mercato tutti hanno un prezzo e noi saremo vigili anche in uscita".

Potresti esserti perso