Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Belotti: “Sono andato deciso sul dischetto. Gol per mia figlia Vittoria”

SOFIA, BULGARIA - MARCH 28: Andrea Belotti of Italy (L) celebrates after scoring the opening goal during the FIFA World Cup 2022 Qatar qualifying match between Bulgaria and Italy on March 28, 2021 in Sofia, Bulgaria. (Photo by Claudio Villa/Getty Images)

Vittoria importantissima per gli azzurri che nel finale innestano le marce alte. Decisivo il rigore del Gallo che sblocca il risultato.

Redazione Il Posticipo

Vittoria importantissima per gli azzurri che nel finale innestano le marce alte e violano per la prima volta nella storia il campo di una modesta Bulgaria. Un comodo 2-0 a domicilio, come nella sfida contro l'Irlanda del Nord, che permette alla squadra di Mancini di guidare a punteggio pieno il girone di qualificazione. La strada per il Qatar si mette immediatamente sui binari giusti ma occorrerà tenere ancora alta la concentrazione.  Ai microfoni di Raisport  Belotti, capocannoniere della gestione Mancini.

RIGORE - Gol importantissimo, quello del gallo. Era il rigorista designato. Il pallone pesava ma l'attaccante del Toro l'ha calciato in modo imprendibile. Esecuzione impeccabile per tecnica e freddezza. "Abbiamo provato un po' di rigori ed ero il designato quando ci hanno assegnato il calcio di rigore Insigne mi ha dato immediatamente il pallone.  Sono andato deciso sul dischetto, per noi era importante sbloccare una partita difficile". Sfiorata la doppietta. "L'avevo vista dentro, poi il pallone ha avuto un effetto strano, poi ho provato a calciare forte ed è andata alta. Un vero peccato tenevo moltissimo a fare gol anche perché avremmo messo al sicuro il risultato".

CONTESTO  - Una ripresa difficile, per Belotti che sta vivendo un campionato complicato e una stagione molto sofferta. "Il Covid ha colpito parecchi di noi è un nemico subdolo che colpisce tantissime persone e colgo l'occasione per augurare pronta guarigione a chi ne soffre. Veniamo comunque da due stagioni di fila, la stanchezza si fa sentire ma siamo un bel gruppo ci divertiamo a stare insieme e sino a  quando continuiamo a vincere è tutto più bello. Credo sia normale ci siano grosse aspettative, esprimiamo un buon calcio e penso sia un motivo d'orgoglio per gli italiani. La V è ovviamente per mia figlia, è nata Vittoria, quando io avevo il Covid, ero appena positivo e sono dovuto restare quindici giorni senza riuscire a vederla".

Potresti esserti perso