Beffa Juve, la storia si ripete: da Gervinho… a Gervinho!

Beffa Juve, la storia si ripete: da Gervinho… a Gervinho!

Continua il momento complicato dei bianconeri, gelati in casa dalla doppietta dell’attaccante ivoriano. Cinque anni dopo, l’ammazza Juve è ancora lui: oggi col Parma dei miracoli, in passato con la Roma di Garcia…

di Redazione Il Posticipo

Tutte le squadre hanno un giocatore pronto a gelare sul più bello ogni speranza. La Juventus aveva bisogno di una vittoria per ritrovare fiducia dopo il durissimo k.o. subito in casa dell’Atalanta ai quarti di finale di Coppa Italia. Sul 3-1 allo Stadium i bianconeri probabilmente hanno pensato di aver chiuso il conto: il Parma di D’Aversa però non ha gettato la spugna, ci ha creduto fino alla fine e ha avuto ragione. A gelare la Juventus ci ha pensato la freccia Gervinho, che aveva fatto piangere i bianconeri 5 anni fa: anche allora c’era di mezzo la Coppa Italia, che a questo punto…sembra il filo conduttore di questa storia!

GIUSTIZIERE – La maledizione della Coppa Italia continua perseguitare la Juventus? I bianconeri non conoscevano il sapore dell’eliminazione ai quarti da parecchio tempo: prima della nottataccia con l’Atalanta, c’era stato il precedente incassato sul campo della Roma nella stagione 2013-14: 1-0 per i giallorossi allenati da Rudi Garcia, gol di Gervinho. Sulla panchina dei bianconeri allora sedeva Antonio Conte… curioso che 5 anni dopo sia toccato anche a Massimiliano Allegri incassare il colpo gobbo dell’ivoriano.

RIMONTATA – La Juve è uscita dal campo a testa bassa dopo la rimonta del Parma firmata… da Gervinho! L’attaccante ha letteralmente sguazzato nella difesa bianconera capitalizzando al meglio le occasioni concesse ai gialloblù nel finale: un gol di tacco è valso il 3-2, su una conclusione ravvicinata è arrivato il clamoroso 3-3. Sono 6 i gol subiti dalla Juventus nelle ultime 2 partite ufficiali: e pensare che nelle precedenti 14 gare ufficiali i bianconeri ne avevano presi appena 6. Tutti i problemi sono nati con la Coppa Italia… e con Gervinho? Chissà. Ma intanto, le ferite della partita di Bergamo non si sono rimarginate. E dietro il Napoli spera…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy