Beckham per il suo Miami…chiama Zidane!

Beckham per il suo Miami…chiama Zidane!

Il probabile valzer delle panchine, che a detta di molti è in arrivo, potrebbe dover contare su un ballerino in meno, almeno a lungo termine. Dopo il forfait successivo alla conquista della Champions, Zinedine Zidane potrebbe arrivare in MLS…nel 2020!

di Redazione Il Posticipo

Beckham continua con i piani per lo sviluppo della sua Inter Miami. Così facendo, però, rischia seriamente di mettersi contro i tifosi che più di tutti gli altri lo hanno amato: quelli del Manchester United. Perché? In primis, nelle prime foto con la sciarpetta del nuovo club, lo Spice Boy, a colpo d’occhio, sembrerebbe indossare i colori del Manchester City e l’affinità cromatica non è trascurabile. In secondo luogo, Beckham, rischia di togliere dal mercato uno dei pezzi più ambiti del panorama tecnico globale: Zinedine Zidane. Uno dei tanti nomi caldeggiati da tifosi e stampa inglese per sopperire all’eventuale partenza di Mourinho.

DI NUOVO INSIEME? – Zizou e Beckham ne hanno passate di cotte e di crude insieme. La maglia del Real Madrid li ha fatti incontrare e l’amicizia nata tra i due ci ha messo il resto. Certo, da quando l’ex calciatore-fotomodello ha lasciato il Vecchio Continente, necessariamente ci si è persi un po’ di vista però, alla notizia del suo acquisto di una società calcistica a Miami, l’Inter Miami FC, Zidane una chiacchierata con il buon Beckham se l’è andata a fare.

IL MOTIVO – Sarà stata una chiacchierata tra vecchi amici? Chissà. Intanto, la leggenda dei calci piazzati inglese ha messo subito le cose in chiaro: questa squadra ha l’obiettivo di diventare la migliore negli Stati Uniti e per il momento si punta alla Major League Soccer. Per farlo, senza dubbio, un buon allenatore potrebbe anche servire. Certo, Zidane potrebbe essere stato a colloquio con l’ex numero sette dei Tre Leoni per consigliare qualche profilo a Becks, ma il Mirror in Inghilterra scrive con una certa sicurezza che la panchina sia già stata proposta al francese.

CHI GIOCA? – Oltre all’allenatore, però, per diventare la più grande squadra a stelle e strisce, servono i giocatori. E anche su questo punto il biondo proprietario sembra avere le idee piuttosto chiare: Cristiano Ronaldo non sarebbe male e poi, forse per saldare in un abbraccio una carriera da antagonisti, forse per la maggior parte di abitanti ispanici della zona, sarebbe gradito un profilo sudamericano. Beckham, come al solito, vola basso e ha già fatto il nome di Messi: “chissà, forse lo vedremo qui tra un paio d’anni”. Anche perchè l’Inter Miami esordirà nel campionato nordamericano nel 2020. Quindi, in teoria, Zizou il tempo di accettare una panchina ce l’ha comunuqe…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy