Beato fra le donne: Attilio Sorbi, il segreto della spedizione azzurra

Beato fra le donne: Attilio Sorbi, il segreto della spedizione azzurra

Il sogno della nazionale femminile continua nonostante la prima sconfitta nel mondiale: e così l’allenatore in seconda Attilio Sorbi può continuare a cullare il sogno iridato, beato fra le donne…

di Redazione Il Posticipo

Mai sconfitta fu meno dolorosa. Al netto dello 0-1 maturato con il Brasile, il sogno della nazionale azzurra femminile continua. Il panorama è roseo, anzi…rosa. Primo posto nel girone. E sulla firma di un insperato quanto meritatissimo risultato c’è anche il contributo di Attilio Sorbi. Mai come in questo caso, beato fra le donne.

SECONDO – Secondo della CT Milena Bertolini, Sorbi ha compiuto una scelta non certo comune, quella di diventare vice allenatore della Italrosa. La sua era una carriera molto promettente. Giovane di ottime speranze, era stato lanciato da Liedholm nella Roma edizione 1981. Sembra destinato a un futuro importante. Magari uno dei protagonisti del secondo scudetto giallorosso, ma la sfortuna glielo ha impedito. Un brutto infortunio lo tiene lontano dalla prima squadra l’anno successivo e nella stagione dello scudetto gioca con il Pisa. Poi una onestissima carriera spesa fra A e B e qualche esperienza in panchina prima di intraprendere la carriera di istruttore federale. Insegna calcio, ma il richiamo è forte. E così dopo dieci anni dalla panchina del Portogruaro, torna, anche se come secondo.

NER…AZZURRO – Due anni accanto alla Bartolini, per plasmare insieme un gruppo straordinario, capace di riconquistare una partecipazione al Mondiale dopo aver dominato il girone di qualificazione. L’obiettivo era ben figurare, ma le azzurre si sono spinte ben oltre. Prime nel girone, contro ogni pronostico. Merito anche di una guida tecnica che è una delle più organizzate e solide della kermesse mondiale. E al termine di questa avventura che ancora tutto da scrivere, Sorbi resterà…beato fra le donne, mantenendo l’azzurro. Accostandolo al nero. Potrebbe essere, infatti il prossimo allenatore dell’Inter Femminile che ha appena conquistato la promozione in massima serie e si potrebbe affidare alla sua esperienza per raggiungere immediatamente traguardi ambiziosi. In tal senso, però, prima c’è un azzurro da onorare e vivere sino in fondo.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy