Bayern Monaco, tornano le polemiche: la moglie di Müller attacca frontalmente Kovac

Di attacchi in rosa ai tecnici se ne ricordano parecchi e la tendenza sembra essersi diffusa anche in Germania. A finire sulla graticola è Niko Kovac, tecnico del Bayern Monaco. Che di problemi ne ha già parecchi e che probabilmente non sentiva certo la mancanza del parere della signora Müller.

di Redazione Il Posticipo

Mai fare arrabbiare una moglie. Soprattutto in tempi di social network, le compagne dei calciatori sono sempre parecchio presenti e le scelte degli allenatori vengono commentate, nel bene e nel male, anche dalle signore del pallone. Che spesso e volentieri…esprimono quello che ai mariti, se non altro per quieto vivere nello spogliatoio, non è ammesso dichiarare apertamente. Di attacchi in rosa ai tecnici se ne ricordano parecchi e la tendenza sembra essersi diffusa anche nella normalmente schiva Germania. A finire sulla graticola è Niko Kovac, tecnico del Bayern Monaco. Che di problemi ne ha già parecchi e che probabilmente non sentiva certo la mancanza del parere della signora Müller.

ISPIRAZIONE – L’attaccante del Bayern non vive un buon momento. Gioca, ma non riesce più ad incidere come una volta. Lo ha dimostrato il Mondiale, di solito suo territorio di caccia. E anche in Bundesliga, dopo un buon avvio, il bavarese si è spento. Nonostante questo, Kovac lo impiega con continuità e quando non lo ha fatto…si è beccato il rimprovero. Come riporta AS, la moglie di Müller ha detto la sua sulla panchina del marito attraverso una story di Instagram: “ci sono voluti settanta minuti per avere un minimo di ispirazione”. Ovvero, per far entrare il numero 25. È bastato il suo ingresso? Sì…e no, perchè il Bayern è andato in vantaggio all’ottantesimo e poi si è fatto riacciuffare a pochi minuti dalla fine dal Friburgo.

1541314949_206950_1541315827_sumario_normal

KOVAC – E adesso Kovac rischia di nuovo la panchina. E non solo per i risultati, con la classifica che vede i campioni di Germania a quattro punti dal Borussia capolista e con le fastidiose presenze di Lipsia e Eintracht a poca distanza. Una situazione che, comunque, è bastata nella scorsa stagione per far licenziare Ancelotti. Il problema è che di solito le proteste di Müller…sono il bacio della morte per chi è pericolante all’Allianz. Lo stesso Re Carlo è andato in contrasto con la dirigenza bavarese proprio perchè non schierava con continuità l’attaccante. E Müller, che ne pensa? Giustifica la questione! “Beh, non va bene così, credo che mia moglie lo abbia fatto senza pensarci troppo. Ma semplicemente mi ama, che ci posso fare?”. Povero Kovac…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy