Bayern, il rimpianto di Rummenigge: “Ogni volta che cercavamo un allenatore, Klopp era sotto contratto!”

Bayern, il rimpianto di Rummenigge: “Ogni volta che cercavamo un allenatore, Klopp era sotto contratto!”

Vincere otto titoli consecutivi e avere comunque rimpianti. La filosofia del Bayern Monaco è molto simile a quella della Juventus. E quindi in Baviera si possono anche permettere di dire che, nonostante abbiano avuto in panchina dei grandissimi allenatori, avrebbero voluto vedere all’Allianz Arena anche Jürgen Klopp.

di Redazione Il Posticipo

Vincere otto titoli consecutivi e avere comunque rimpianti. La filosofia del Bayern Monaco, del resto, è molto simile a quella della Juventus. E quindi in Baviera si possono anche permettere di dire che, nonostante abbiano avuto in panchina dei grandissimi allenatori, avrebbero voluto vedere all’Allianz Arena anche Jürgen Klopp. Lo scrive senza mezza termini sulla Bild addirittura l’amministratore del club, Karl-Heinz Rummenigge, Che spiega come, purtroppo per i campioni di Germania, le tempistiche non abbiano mai permesso questo accordo.

SPIAGGIA – Kalle e Jürgen, comunque, si conoscono bene perchè sono compagni…di spiaggia. “Klopp e io ci siamo spesso incontrati al Buhne 16 a Sylt. Ricordo ancora abbastanza bene l’estate 2012: eravamo finiti secondi in campionato ed eravamo stati sconfitti in finale sia in Champions che in Coppa di Germania, tra l’altro perdendo 2-5 proprio contro il Borussia Dortmund. E Klopp stava correndo lungo la spiaggia durante la pausa estiva. Ho pensato: “Oh mio Dio”. Ha persino fatto una deviazione per venirmi a salutare. Non sapevo se volesse solo prendermi in giro o se avesse qualcos’altro in mente. Invece no, mi ha stretto la mano ed è stato molto gentile con me e con la mia famiglia. Jürgen aveva con sé il suo cane, che si è messo a giocare con il nostro. Ho trovato molto rilassato il modo in cui ha gestito quel momento”.

TEMPISTICHE – Forse era il momento buono per provare a portarlo in Baviera, ma in quel momento il tecnico del Liverpool non era libero… “Ogni volta che cercavamo un allenatore, Klopp era sotto contratto. In ogni caso negli ultimi anni siamo stati fortunati con i tecnici: Heynckes, van Gaal e adesso anche Flick. Se stai cercando un allenatore, devi anche adattarti in termini di tempistica. Ho sempre saputo che Jürgen era uno dei tre o quattro migliori allenatori in Europa. Sono stato molto contento la scorsa stagione quando ha vinto la Champions League. E ora sono felice per lui per il successo in Premier League”.

30 ANNI – Anche perchè la vittoria nel campionato inglese era qualcosa che mancava da parecchio al Liverpool. E un’attesa di trent’anni per il Bayern…è inconcepibile! “Mi ricordo ancora che quando nella scorsa stagione abbiamo pranzato prima degli ottavi di Champions a Liverpool, l’amministratore delegato dei Reds Peter Moore mi ha detto che per loro la vittoria della Premier League in realtà sarebbe stata più importante della Champions, perché era un qualcosa che aspettavano da 30 anni. Trent’anni, incredibile solo a dirlo. E anche solo per questo, è giusto che dopo il coronavirus il calcio sia ripartito per permettergli di vincere il titolo. Klopp è un grande allenatore e una persona molto rispettosa. Non si mette al di sopra gli altri e non dice mai quanto sia grande. Lo è, ma non lo sottolinea”. E chissà che un giorno non decida di allenare la Stella del Sud…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy