Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Bayern, Heiner: “De Ligt e Mané ci hanno scelto. Non abbiamo i soldi degli sceicchi ma siamo attraenti”

Bayern, Heiner: “De Ligt e Mané ci hanno scelto. Non abbiamo i soldi degli sceicchi ma siamo attraenti” - immagine 1
Un Bayern molto attivo sul mercato

Redazione Il Posticipo

Il presidente del Bayern Herbert Hainer in un'intervista esclusiva a Sky.de ha parlato di tutto. Tanta carne al fuoco: gli arrivi di ​​Sadio Mane e Matthijs de Ligt, l'addio di Lewandowski, le ambizioni del Bayern, il futuro del direttore sportivo Hasan Salihamidzic e la posizione di Nagelsmann.

MERCATO

Un Bayern molto attivo sul mercato. "Abbiamo mandato un segnale chiaro all'Europa. Vogliamo rilanciare le nostre ambizioni e abbiamo dimostrato che il Bayern è un club attraente. Se Mane e De Ligt vengono da noi, significa che sono convinti che qui si possa vincere. Ed è per questo che siamo riusciti rapidamente a prolungare i contratti con  Kimmich, Goretzka e Coman. Il nostro club non ha la forza economica degli sceicchi, ma un suo appeal derivante da storia, successi e stabilità finanziaria. E poi abbiamo un ottimo direttore sportivo. Hasan Salihamidzic è stato criticato troppo e ingiustamente. In pochi ricordano, ma io sì, che ha costruito una squadra capace di vincere tutto nel 2020 e dieci titoli consecutivi". Il Bayern è anche un modello di sostenibilità. "Cerchiamo di fare affari in modo sensato. Non posso parlare del Barcellona, non vivo la situazione, ma vedo che stanno puntando su partnership e diritti TV, quindi credo che queste scelte produrranno denaro che possono reinvestire. Spero che sia così, anche perché devono pagare Lewandowski".

PROSPETTIVE

Senza Lewandowski ma con un Nagelsmann più maturo e forgiato dai primi, non facili, mesi al Bayern. "Lewandowski è uno dei migliori attaccanti del mondo ma senza di lui abbiamo più variabili di gioco e c'è chi può sostituirlo per numeri di gol. É stato felice con noi, adesso lo è da un'altra parte e noi lo siamo per lui perché la sua cessione è stata vantaggiosa per tutti. Vogliamo essere competitivi per la Champions. Abbiamo analizzato la scorsa stagione e non eravamo contenti di essere stati eliminati contro il Villarreal né di uscire così presto in Coppa di Germania ma abbiamo imparato dai nostri errori. Quanto a Nagelsmann tutti quelli che lavorano all'FC Bayern sono sotto pressione ma sa come gestirla. Fra l'altro è fra i più motivati a migliorarsi rispetto allo scorso anno".