Bayern, Boateng organizza una festa per il dopo-Borussia ma il club si infuria

Bayern, Boateng organizza una festa per il dopo-Borussia ma il club si infuria

Non è stata una buona idea quella che ha avuto Jerome Boateng. Il difensore del Bayern ha organizzato una festa per i suoi compagni dopo la partita contro il Borussia che può decidere la Bundesliga. Ma forse era meglio non fare piani in anticipo?

di Francesco Cavallini

Al diavolo la scaramanzia, comunque vada sarà un successo! Questo, forse, è quello che ha pensato Jérôme Boateng, difensore del Bayern Monaco, riguardo la partita tra i campioni di Germania in carica e il Borussia Dortmund, attuale capolista della Bundesliga.   Le due squadre si incontreranno nel match che può decidere i destini del campionato, ma su una cosa il risultato di certo non influirà: alla fine della partita, i giocatori del Bayern andranno a festeggiare. E offrirà tutto proprio Boateng. Così riporta l’Independent, che rende ancora più spasmodica l’attesa per un Klassiker che negli ultimi anni non era mai stato così sentito o importante per la classifica.

FESTA – La cosa però sembra non aver toccato minimamente il difensore, che ha organizzato tutto nei minimi dettagli. A breve distanza dal fischio finale ci sarà un evento in un famoso nightclub della cittadina bavarese, a cui sono invitati tutti i suoi compagni di squadra. Ci sarà da “festeggiare” l’addio alla nazionale imposto dal commissario tecnico Löw? Oppure, dopo aver rischiato di venire eliminati dalla coppa di Germania da una squadra di seconda divisione, il centrale avrà pensato che i suoi colleghi, soprattutto una difesa parecchio distratta, avevano bisogno di un po’ di riposo mentale? Complicato a dirsi. Quello che è certo è che la società non ha preso per niente bene questa scelta di Boateng.

MEGLIO EVITARE – Difficile dare torto al direttore sportivo del Bayern monaco, l’ex juventino Salihamidzic. Il quale probabilmente tutto si aspettava, tranne che in un momento così delicato della stagione qualcuno fosse interessato a…fare festa.  E il bosniaco lo ha spiegato, come riporta la testata inglese: “Non abbiamo certo voglia di interferire nella vita privata dei nostri calciatori, ma tutta la nostra attenzione deve essere rivolta al calcio. Come giocatore io non lo avrei mai fatto, soprattutto visto che non sappiamo quale sarà il risultato. Poi ovviamente speriamo di fare una buona partita, ma se mi avesse chiesto un consiglio al riguardo gli avrei detto di evitare”. Insomma, il Bayern non è felice. E chissà cosa potrebbe succedere…se dovesse vincere il Borussia!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy