Bayern, i tifosi contestano la ripresa con una immagine di Ancelotti che fa il dito medio

Originale protesta dei tifosi della squadra bavarese che evidentemente dissentono con l’idea di ricominciare il campionato a porte chiuse.

di Redazione Il Posticipo

Ancelotti “torna” al centro sportivo del Bayern… per insultare i propri ex giocatori. Ovviamente il tecnico non c’entra. L’originale protesta, come riportato da Kicker, è una trovata dei tifosi della squadra bavarese che evidentemente non sposano l’idea di ricominciare il campionato a porte chiuse. E hanno scelto il loro ex allenatore per mostrare il loro dissenso.

DITO MEDIO – Come riportato dal quotidiano, i giocatori  del Bayern hanno raggiunto il centro di allenamento  per la seduta quotidiana. Le “stelle”, giunte sul posto, però sono accolte in modo… speciale. Poco prima dell’ingresso alla Youth Academy, sono stati “salutati” in un modo molto speciale. L’ex allenatore Carlo Ancelotti campeggia, con tanto di dito medio. E le frasi lasciano intendere una discreta conoscenza dell’italiano…

PROTESTA – Il disegno è stato rivendicato dalla tifoseria della squadra Campione di Germania. Ogni riferimento alla scelta di giocare a porte chiuse non è casuale.  Da qualsiasi angolazione si osservi l’ingresso del centro sportivo è impossibile non notare il viso dell’attuale allenatore dell’Everton. Un ghigno beffardo e un testo che non lascia spazio a interpretazione. “Una lezione dalla quale dovremmo imparare…”. La parte in italiano non ha bisogno di traduzioni…

PAROLE – Anche la scelta del testo riprende le parole pronunciate dallo stesso Ancelotti riguardo alla pandemia. L’intervista è stata pubblicata dal giornale “L’Equipe” nello scorso aprile. L’ex allenatore del Bayern identificò così quanto stava accadendo. “Il mondo sta cambiando. In questo momento è come una guerra. E dopo sarà come dopo una guerra. Quello che sta succedendo è una lezione per noi da cui imparare. E spero che ci renda migliori per il futuro “. Evidentemente, per i tifosi del Bayern, riprendere il campionato a porte chiuse non è affatto la soluzione migliore. E lo hanno fatto notare in modo inequivocabile.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy