Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Bayern, alta tensione tra Flick e Hoeneß…per colpa di Boateng: “Qui mi hanno insegnato che bisogna sempre supportare i nostri giocatori…”

Il presidente onorario dei bavaresi ha spiegato in un intervista che secondo lui Jerome Boateng non merita la convocazione per gli Europei, visto che ci sono attualmente difensori più forti di lui. Un qualcosa che ha dato abbastanza fastidio a...

Redazione Il Posticipo

Da ormai parecchi anni la Bundesliga ha un solo padrone, il Bayern Monaco, che sembra incapace...di non vincere il campionato nazionale. Persino quando i bavaresi negli scorsi anni sembravano fuori dai giochi, chi gli stava davanti alla fine è inciampato e ha messo il tappeto rosso a Neuer e compagni verso l'ennesimo Meisterschale. Stavolta la situazione sembra diversa, ma basterà la partita clou del turno di Bundes per decidere se e quante possibilità ci sono di vedere qualcun altro sul trono. Il Bayern di Flick incontra il Lipsia di Nagelsmann per una sfida che può permettere ai sassoni di portarsi a meno uno o ai campioni in carica di volare a più sette.

BOATENG - Ma a Monaco di Baviera, visto che amano le sfide, hanno ben pensato di crearsi qualche problema giusto alla vigilia dell'incontro. E c'è stato un botta e risposta neanche troppo diplomatico tra il presidente onorario Hoeneß, uno che di peli sulla lingua non ne ha proprio, e il tecnico. Tutto è nato da un'intervista del buon Uli in cui l'ex numero uno dei bavaresi spiegava che secondo lui Jerome Boateng, uno dei grandi esclusi da Löw nel nuovo ciclo della nazionale, non merita la convocazione per gli Europei, visto che ci sono attualmente difensori più forti di lui. Una visione che certamente è condivisa dal tecnico della Mannschaft, che ha aperto al ritorno di Müller e di Hummels, ma non a quello del centrale del Bayern. Ma un qualcosa che ha dato abbastanza fastidio a Flick, che come riporta la Bild si è preso la briga di rispondere a Hoeneß durante la conferenza stampa che presentava il match con il Lipsia.

SUPPORTO - "Questa è la sua opinione. Ma al Bayern mi hanno insegnato che bisogna sempre supportare i nostri calciatori. Sono cresciuto qui e l'ho sempre pensata così. Posso solo dire che Jerome è in questa squadra da dieci anni e ha vinto due volte il Triplete. Ha fatto un grande passo in avanti nonostante abbia vissuto una situazione complicata, è tornato in forma e sta giocando benissimo nelle ultime partite. È stato uno dei motivi per cui abbiamo vinto i sei titoli e non posso che ringraziarlo. Ha lavorato duro e sta facendo bene, potrebbe farlo in qualsiasi squadra. Ma è una decisione di Löw". Non lo è invece quella che riguarda il rinnovo di Boateng, che la società non ha intenzione di prendere in considerazione. L'allenatore, almeno da quanto ha detto, non sembra sulla stessa lunghezza d'onda. E al Bayern, si sa, meglio non litigare con Hoeneß...

Potresti esserti perso