Bartomeu: “Messi è frustrato ma vorrebbe restare. Ho cercato Lautato e Neymar. Si riparte da Koeman”

Il numero uno del Barcellona ha affrontato diversi argomenti in una intervista rilasciata al canale tematico.

di Redazione Il Posticipo

Bartomeu ha parlato di tutto in una intervista in diretta al canale tematico del club. Le sue parole sono state riprese dal Mundo Deportivo. Argomenti caldi: Setien, il mercato e soprattutto la permanenza di Messi.

FLOP  – Il Barcellona si trova in crisi per una serie di acquisti che non hanno reso. e un campionato fallimentare. “Ho ringraziato Setièn dopo averlo fatto anche con Valverde. Ci voleva coraggio a salire sul treno in corsa. Il nostro percorso si è interrotto ma gli sono comunque grato. Qualsiasi investimento sbagliato appesantisce ma questo accade in tutti i settori. Nel caso di Dembélé, è stato gravemente infortunato. Coutinho doveva essere ceduto.  Non metterei Griezmann in questo pacchetto. Il rinnovamento non riguarderà cambiare i calciatori, ma sarà molto più profondo. Il Barça ha soldi. Il problema sono i costi, pertanto è necessario ridurre il monte stipendi. Il Covid ha inciso sulla scorsa stagione per 200 milioni di euro. Nella prossima sarà anche peggio. Avevamo programmato 1.120 e saremo intorno a 800”.

ACQUISTI – Bartomeu ha anche ammesso le trattative su Lautaro e Neymar: “Prima che ricominciasse il campionato, abbiamo parlato con l’Inter ma qualche settimana fa abbiamo interrotto la trattativa perché tornavano le gare. Hanno l’Europa League che stanno giocando e noi aspetteremo l’arrivo del mister e della segreteria tecnica per vedere come progettano il futuro. Per Neymar è diverso: il club in cui si trova non vuole venderlo è impossibile. La scorsa estate ci abbiamo provato. È  normale. I grandi club vogliono grandi giocatori ”.

MESSI – A proposito di grandi giocatori. “Non ho parlato con Messi, ma con suo padre. Messi è deluso e frustrato come tutti noi, ma è ancora il miglior giocatore del mondo. È il numero 1 e ce l’abbiamo. Ha un contratto al Barça fino al 2021, lo sa e lo sappiamo tutti. Parlo regolarmente con Messi. Ho parlato con Koeman e mi ha detto che Messi è il pilastro del suo progetto. Questi giocatori andranno avanti con un progetto diverso con un allenatore che noi catalani conosciamo bene come lui conosce il Barça e il modo di intendere il calcio ”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy