Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Baroni: “Sono molto contento, l’inferiorità numerica ci ha penalizzato ma lo spirito mi è piaciuto”

Baroni: “Sono molto contento, l’inferiorità numerica ci ha penalizzato ma lo spirito mi è piaciuto” - immagine 1

Il Lecce lascia con l’onore delle armi e tanti applausi la Coppa Italia. Dopo aver eliminato lo Spezia mette paura alla Roma ma cede quasi inevitabilmente alla distanza quando i cambi operati da Mourinho e l’espulsione di Gargiulo...

Redazione Il Posticipo

Il Lecce lascia con l'onore delle armi e tanti applausi la Coppa Italia. Dopo aver eliminato lo Spezia mette paura alla Roma ma cede quasi inevitabilmente alla distanza quando i cambi operati da Mourinho e l'espulsione di Gargiulo hanno indirizzato la sfida sui binari giallorossi della Capitale. Resta però la soddisfazione di aver tenuto testa a una squadra di categoria superiore. Il tecnico Baroni analizza la sfida ai microfoni di Sportmediaset.

SOGNO - Il Lecce ha accarezzato il sogno qualificazione, ma esce a testa altissima dall'Olimpico. Il gol di Calabresi ha messo e non poco in difficoltà la Roma che ha stentato più del dovuto per avere ragione dell'avversario. "Chiaramente l'inferiorità numerica ci ha penalizzato ma abbiamo fatto la gare che volevamo. La squadra ha giocato e ha messo in campo personalità anche di fronte a un avversario importante. Mi è piaciuto molto lo spirito,  siamo anche riusciti a preservare qualche ragazzo in vista di un tour de force in campionato che ci vedrà impegnati in una sfida importantissima e poi in un recupero. Tutto sommato è una buona prestazione sono molto contento".

Baroni: “Sono molto contento, l’inferiorità numerica ci ha penalizzato ma lo spirito mi è piaciuto” - immagine 1

INDICAZIONI - Una sfida che conferma la bontà dell'impianto di gioco di una squadra che mira al ritorno in massima serie. In questa ottica le indicazioni lasciate in eredità da questo ottavo di finale sono confortanti. "Questa è una squadra con molti giovani di prospettiva che astanno crescendo qualcuno ha faticato un po' ma in tanti stanno venendo fuori e mostrando le loro qualità. Ci daranno una mano importante, anche oggi ho avuto delle risposte importanti. Non c'era la squadra titolare ho chiesto il piglio giusto e la squadra ha giocato con coraggio è esattamente quello che chiedevamo".