Barcellona, nascono anche i contratti “Anti Piquè” per i neoassunti…

Barcellona, nascono anche i contratti “Anti Piquè” per i neoassunti…

Troppi calciatori impegnati in attività extra calcistiche. Il Barcellona, per evitare problemi di concentrazione, ha ideato una clausola da inserire nei nuovi contratti degli ultimi acquisti.

di Redazione Il Posticipo

La vita dei giocatori ormai non riguarda più solamente il calcio. Sono tanti, adesso, quelli che pensano già alla “pensione”. Pubblicità, investimenti, hotel, ristoranti. Chi più ne ha più ne metta. Ce n’è uno, però, che non riesce a fermarsi, ed il club, preoccupato che possa influenzare altri calciatori, ha deciso di inserire nuove clausole nei nuovi contratti. Protagonista della vicenda il Barcellona, che secondo quanto riportato da ABC e riportato da AS, ha ideato una clausola ‘anti-Piqué’.

PIQUE – Lo spagnolo è uno dei calciatori di maggiore spicco del Barcellona. Normale, quando cresci nella Cantera e ti impegni pubblicamente a difendere la Catalogna. Piqué non si è mai nascosto di fronte questioni politiche complicate, così come non si è mai limitato a giocare solo a calcio. La notizia più recente, è l’acquisizione dei diritti della coppa Davis per 25 anni tramite Kosmos Tennis, società di cui è presidente. L’accusa principale che viene mossa al calciatore, è quella di essere “troppo impegnato” fuori dal rettangolo verde, avendo così scarsa concentrazione per le partite e gli allenamenti.

CLAUSOLA – “Ho parlato con il mister dell’argomento e mi ha chiesto come avrei organizzato la settimana. Mi trovo molto bene con lui e con il club. Il caos arriva solo da fuori”. Parole di Piqué, dopo aver passato una settimana impegnativa, occupato con l’inizio della Coppa Davis a Madrid. Se a Valverde va bene, però, i piani alti del Barcellona sembrano non essere molto d’accordo. Secondo quanto spiega ABC, con i nuovi contratti, ogni giocatore che vuole vestire la maglietta blaugrana deve dedicarsi esclusivamente alla vita da calciatore, il che gli impedisce quindi di avere qualsiasi altra attività professionale, a meno che, ovviamente, non abbia l’autorizzazione del club. Una sorta di monito ai calciatori: concentratevi sul campo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy