Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Barcellona, la nuova seconda maglia celebra i quarant’anni della Masia

L'idea di utilizzare La Masia di Can Planes come residenza per le giovani promesse del calcio catalano è datata 1979. E proprio per celebrare i 40 anni di quella che è certamente l'Academy più famosa al mondo, il Barcellona torna a quell'anno...

Redazione Il Posticipo

La Masia, la fabbrica dei campioni. La struttura in cui vengono formati i giovanissimi del vivaio del Barcellona è talmente celebre da essere universalmente riconoscibile semplicemente dal suo nome, che viene utilizzato per indicare tutte le rappresentative dei piccoli blaugrana. L'idea di utilizzare La Masia di Can Planes come residenza per le giovani promesse del calcio catalano è datata 1979.

CULT - E proprio per celebrare i 40 anni di quella che è certamente l'Academy più famosa al mondo, il Barcellona torna a quell'anno per ciò che riguarda la seconda maglia. La nuova divisa da trasferta dei campioni di Spagna rimanda infatti a quelle degli anni Settanta. Una maglia storica, che da sempre è nel cuore dei tifosi culè. Un design che nel corso degli anni hanno indossato Cruijff e Maradona. E visto che c'è l'occasione di guardare al passato, a Barcellona hanno ben deciso di celebrare La Masia con una replica del kit del 1979, come spiega a Footy Headlines la Nike, che ha prodotto anche quest'anno le maglie blaugrana. Anzi, in questo caso...gialle.

1979 - "La divisa da trasferta del Barça del ’79 è una maglia cult e visto che volevamo omaggiare La Masia era un punto di partenza perfetto per il nuovo design. Quello che si ottiene è una bellissima maglia vintage del Barcellona, unita ai benefici della tecnologia moderna. La Masia ha prodotto tantissimi grandi calciatori ed è un onore produrre le loro maglie". Certo, la vecchia struttura è ormai stata superata dalla Nuova Masia, operativa dal giugno 2011 e con una superficie di 6000 metri quadri. Ma nel cuore dei tifosi del Barça la vecchia residenza dalle parti del Camp Nou resta insostituibile. E poi nel 1979 il Barcellona ha portato a casa la Coppa delle Coppe, battendo il Fortuna Düsseldorf a Basilea. E chissà che oltre all'omaggio, non ci sia anche un po' di scaramanzia continentale dopo anni di delusioni...