Barcellona, il club richiede un taglio del 30% sugli stipendi di calciatori e altri dipendenti

Il Barcellona ha cercato di monetizzare in estate e di sgravarsi da ingaggi importanti. Ora però il club non ha finito e richiede il taglio del 30% sugli stipendi di tutti i dipendenti. Calciatori compresi.

di Redazione Il Posticipo

A Barcellona, la situazione è complessa. Non solo per i risultati degli ultimi anni ma anche da altri due punti di vista. In primis, quello psicologico. I giocatori del Barcellona sembrano essere immersi in una situazione estremamente cupa: si è rotto qualcosa. E nessuno sembra ricordarsi di vestire una delle maglie più importanti al mondo. L’altro problema, invece, è economico. Il club ha cercato di monetizzare in estate e di sgravarsi da ingaggi importanti. Ora però il club non ha finito e richiede il taglio del 30% sugli stipendi di tutti i dipendenti. Calciatori compresi.

ACCORDI E TRIBUNALI – Come riporta As, il club catalano è in difficoltà e cerca solidarietà dai propri dipendenti. Il taglio degli stipendi è sempre impopolare ma dal punto di vista societario è tanto importante quanto urgente. Pare che la questione debba chiudersi entro tre settimane. Le modalità? Che ci sia un accordo o meno. Il quotidiano iberico riporta la notizia da radio Cadena SER secondo cui le parti sarebbero molto distanti.   Il problema, però, è che il Barça potrebbe andare in tribunale e imporre una riduzione unilaterale in mancanza di un accordo. Il Barcellona ha annunciato da settimana che ciò sarebbe stato necessario. La causa, neanche a dirlo, è la diminuzione del reddito dovuta alla pandemia.

LIMITI E CONSEGUENZE – Il club ha fissato il limite temporale per le trattative. La deadline è posta tra il 20 e il 22 ottobre. Il 5 novembre, invece, è fissata la scadenza per l’estrema ratio, l’eventuale riduzione unilaterale in caso di trattative saltate. In questo caso, i dipendenti scontenti potranno ricorrere ai reclami alle autorità nazionali del lavoro. Nel comitato aziendale, per i 540 lavoratori non sportivi si ritiene tale riduzione inammissibile. La spesa per i loro compensi non raggiunge il 3% per cento del budget blaugrana. Gli stipendi dei calciatori ammontano a quasi il 70% del budget del club. Insomma, la sproporzione è evidente così come la misura di quanto peserà il taglio sui diversi stipendi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy