Barcellona, Iago Aspas mette il dito nella piaga: “Hanno fatto una c*****a a lasciare andare via Suarez…”

L’arrivo all’Atletico Madrid ha regalato una nuova giovinezza a Luis Suarez. Chi è un po’ meno contento è il Barcellona, che ha perso una macchina da gol e l’ha regalata a una contendente per il titolo. A mettere il dito nella piaga arriva Iago Aspas, calciatore del Celta, è una bestia nera del Barça in campo, ma anche…fuori.

di Redazione Il Posticipo

Una nuova giovinezza: questo sembra aver rappresentato per Luis Suarez l’arrivo all’Atletico Madrid. Da quando ha lasciato il Camp Nou per trasferirsi al Wanda Metropolitano, il Pistolero ha ritrovato lo smalto dei giorni migliori. Per la gioia di Simeone, che anche grazie alle reti dell’uruguaiano veleggia in prima posizione nella Liga. Chi è un po’ meno contento è il Barcellona, che si è sgravato del pesante ingaggio del centravanti, ma che ha perso una macchina da gol e l’ha praticamente regalata a una contendente per il titolo. A mettere il dito nella piaga dei blaugrana arriva un ex compagno di squadra di Suarez ai tempi del Liverpool. Iago Aspas, calciatore del Celta, è una bestia nera del Barça in campo, ma anche…fuori.

VINCENTE – Parlando a Marca prima della partita della sua squadra contro l’Atletico Madrid, Aspas ha speso parole di elogio per gli uomini di Simeone e soprattutto per l’attaccante uruguaiano. Anche perchè i due si sono conosciuti…in Premier League. “La verità è che l’Atletico è sempre stata una squadra competitiva sin da quando è arrivato il Cholo, ma quest’anno hanno cambiato parecchio sia la rosa che il gioco. Ma hanno sempre avuto grandissimi giocatori, ora c’è Suarez, uno che qualsiasi pallone spunti dalle parti dell’area di rigore lo spedisce in porta. Ho giocato un anno con lui a Liverpool, si vedeva che era una centravanti nato, un vincente anche nelle partitelle. Dava sempre il 200%, quello che si vede in campo è esattamente quello che fa in allenamento”.

(Photo by David Ramos/Getty Images)

ERRORE – Insomma, al Camp Nou forse non avevano esattamente idea di cosa potesse dare ancora oggi Suarez. E a questo punto sembra evidente che la decisione di lasciarlo andare via per pochi milioni di euro, per di più a una diretta concorrente per la Liga, non sia stata un’ottima idea. “È sempre stato un attaccante che segna tantissimo, credo che da parte del Barcellona lasciarlo andare sia stata una “cazzata”, ma è anche vero che avevano parecchi problemi per la questione del monte ingaggi. L’Atletico ne ha approfittato, sono stati velocissimi e hanno acquistato un grande centravanti. E infatti, molti dei punti che hanno in classifica sono grazie a lui e alle sue reti”. La speranza di Aspas e del Celta è che nella prossima partita…non sia così.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy