Barça-Suarez, è muro contro muro: il Pistolero rifiuta una buonuscita da sette milioni di euro

I blaugrana continuano a proporre al calciatore un accordo che preveda un bello…sconto sullo stipendio di questa stagione in cambio della libertà di scegliersi il proprio futuro. Ma i piani di Bartomeu, Planes e Koeman hanno incontrato un ostacolo complicato: la testardaggine dell’ormai ex numero 9…

di Redazione Il Posticipo

Suarez via dal Barça, ma non…a qualsiasi costo. I blaugrana hanno messo in chiaro che il centravanti deve lasciare il Camp Nou e sono disposti a regalargli il cartellino ma non vogliono versare al calciatore tutti gli stipendi della prossima stagione, nell’ordine dei quindici milioni. Ecco perchè continuano a proporre al calciatore un accordo che preveda un bello…sconto sulle pendenze in cambio della libertà di scegliersi il proprio futuro. Ma i piani di Bartomeu, Planes e Koeman hanno incontrato un ostacolo complicato: la testardaggine dell’ormai ex numero 9…

BUONUSCITA – Da quanto riporta la radio spagnola Cadena SER, Luis Suarez ha infatti rifiutato l’offerta del Barcellona di una buonuscita da sette milioni di euro, che gli avrebbe permesso di lasciare il club con il suo cartellino in mano. Si tratta dell’ultima offerta in ordine temporale da parte del club blaugrana che, spiegano dalla Spagna, è ormai convinto che sia per lo spogliatoio che per le casse societarie l’addio del Pistolero sia necessario. Dopo lo scemare dell’interesse da parte della Juventus, l’uruguaiano ha rifiutato l’offerta dell’Inter Miami. L’Atletico Madrid dal canto suo lo vorrebbe, ma al Camp Nou l’impressione è che l’idea di Suarez sia un’altra.

TRIBUNA – Ovvero, rimanere anche a dispetto dei santi, rifiutando qualsiasi accordo economico che gli venga proposto dal club. Il centravanti non è stato convocato per nessuna delle tre amichevoli giocate dai blaugrana e ha messo in chiaro che se ne andrà solo se il Barcellona dovesse pagare per intero il suo ultimo anno di contratto. Una questione che sta creando anche qualche problema di mercato a Koeman, visto che prima di acquistare qualcuno il Barça dovrà abbassare (come sta già facendo) il monte ingaggi. Se resta, Suarez ha di fronte a sè una stagione complicata. Il tecnico ha detto che lo tratterà come uno degli altri, ma sembra quasi scontato vederlo spesso in panchina o in tribuna. E chissà che alla fine l’idea di fare una stagione da separato in casa non faccia abbassare le sue pretese…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy