Barça preoccupato: Messi confeziona assist ma non segna più…

Barça preoccupato: Messi confeziona assist ma non segna più…

L’argentino sta attraversando un periodo abbastanza complicato negli ultimi sedici metri: per la prima volta in più di sei anni , la Pulce ha giocato quattro partite senza trovare un gol.

di Redazione Il Posticipo

Il Barcellona ha bisogno di Messi: la pulce sta attraversando un periodo abbastanza complicato negli ultimi sedici metri: per la prima volta in più di sei anni , l’argentino ha giocato quattro partite della Lega senza trovare un gol.

SERIE NO – Per ritrovare qualcosa del genere occorre tornare indietro da diversi anni. Il digiuno è iniziato al Mestalla contro il Valencia, è proseguito contro il Levante. Quindi nessun gol contro il Betis e neanche contro il Getafe. Allarmante, per i canoni a cui l’argentino è abituato. Fra l’altro preoccupano anche i numeri pubblicati da AS: secondo il quotidiano spagnolo, ha calciato in porta poco più di trenta volte nelle ultime partite, e la produzione di conclusioni è in continua diminuzione. Nel secondo tempo contro il Getafe, Messi si è visto pochissimo, complice il leggero affaticamento muscolare. Quanto basta per preoccupare in vista della settimana più importante della stagione: la trasferta in casa del Napoli e il Clasico al Bernabeu.

ASSIST – Non segna, Messi. Però, fa segnare: l’argentino ha lasciato in eredità sei assist per i compagni risultando comunque decisivo per l’economia della squadra. Anche se impressiona leggere quattro tabellini (cinque, considerata la sfida di Copa del Rey in casa dell’Athletic Bilbao) senza la sua firma. Del resto si parla di un calciatore che, nella peggiore delle ipotesi, mette a segno 50 gol per anno solare. Anche l’argentino ha mostrato insofferenza durante la sfida contro il Getafe. Tuttavia coinvolgimento nel gioco e peso nell’economia della squadra restano indiscutibili.

METAMORFOSI – L’argentino sta vivendo una personalissima metamorfosi. Capitano e leader del gruppo in una stagione complicata da infortuni, cambi di panchina e polemica. Nessuno, per ora, è realmente preoccupato: anche perché arrivano i match che contano. In Champions e nel Clasico, ha sempre lasciato il segno. L’auspicio, in Catalogna, è che oltre ai radar nel pescare i compagni, accenda anche il suo proverbiale sinistro.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy