calcio

Barça, mistero Matheus Fernandes: pagato 7 milioni, clausola da 300, mai presentato e in odore di rescissione

RIO DE JANEIRO, BRAZIL - MAY 14: Matheus Fernandes in action during the match between Botafogo and Fluminense as part of Brasileirao Series A 2018 at Engenhao Stadium on May 14, 2018 in Rio de Janeiro, Brazil. (Photo by Alexandre Loureiro/Getty Images)

Molti degli acquisti del post-Triplete del 2015 del Barça sono stati errori pagati a carissimo prezzo. E c'è anche chi è arrivato al Camp Nou per sette milioni di euro e non è mai stato neanche presentato!

Redazione Il Posticipo

Il mercato non è una scienza perfetta e gli errori si fanno. Succede a tutti, persino alle società che sono abituati a fare la scelta giusta e a trovare calciatori che valgono un tesoro e pagarli pochissimo. Per parecchi anni al Barcellona è andata ancora meglio, perchè buona parte di giocatori che hanno scritto la storia del club blaugrana negli ultimi quindici anni sono addirittura nati nella cantera. Quando però le giovanili hanno smesso quasi del tutto di creare fenomeni, dalle parti del Camp Nou hanno dovuto cominciare a lavorare sul mercato in maniera più intensa. E di errori, come dimostrano molti degli acquisti del post-Triplete del 2015, ce ne sono stati molti e anche pagati a carissimo prezzo.

MISTERO - Ma se tutti gli acquisti sbagliati (a partire da Coutinho) hanno più o meno giocato, spesso fallendo, in maglia blaugrana, c'è anche chi è arrivato al Camp Nou per sette milioni di euro e non è mai stato neanche presentato. È la strana storia di Matheus Fernandes, raccontata da Marca. Il centrocampista brasiliano nel gennaio 2020 è stato acquistato dai catalani dal Palmeiras, e poi girato in prestito al Valladolid fino allo scorso giugno. A portarlo al Barça è stato l'ex DS Abidal, su consiglio di André Cury, ex responsabile del mercato sudamericano del club, quello che ha portato anche Arthur. Entrambi però hanno perso il posto e il brasiliano...ha smesso di esistere. Nel vero senso della parola, almeno per quello che riguarda il Barcellona.

 BARCELONA, SPAIN – FEBRUARY 21: Eric Abidal is seen participating in a Q&A with fans on February 21, 2020 in Barcelona, Spain. In partnership with UEFA, Kia Motors and the UEFA Foundation for Children, the UEFA Europa League Trophy Tour will see donated football boots be taken to young Syrian refugees at the Za’atari refugee camp in Jordan, empowering them to play the sport they love. (Photo by Xavi Torrent/Getty Images for Right Formula)

RESCISSIONE - Il calciatore è stato valutato non da Barça, al punto che quando è tornato per la sua prima stagione in Catalogna il club ha deciso di non presentarlo neanche. Un anticipo di quello che sarebbe successo dopo: una sola presenza, grazie a Koeman che gli ha fatto giocare 17 minuti in Champions nel match contro la Dinamo Kiev. E adesso, spiega il quotidiano spagnolo, c'è da discutere la rescissione di un contratto fino al 2025 e con una clausola rescissoria da 300 milioni di euro. Una strana storia che sottolinea come negli ultimi anni la gestione degli acquisti da parte del club catalano non è stata brillantissima. Anzi, a volte è stata direttamente dannosa...