Barça, Koeman pensa ad allenare : “Piqué ha la sua opinione, se lo vedo coinvolto gioca”

Si prova a parlare di calcio giocato in vista del “Clasico”, ma non è facile.

di Redazione Il Posticipo

Barcellona, si prova a parlare di calcio giocato in vista del “Clasico”, ma non è facile. Ronald Koeman è alla sua prima esperienza contro il Real Madrid e ha parlato della sfida che attende i catalani, rispondendo anche alle accuse lanciate da Piqué.

CLASICO – Difficile trovare la giusta concentrazione in un ambiente quanto mai spaccato. “Su entrambe le squadre c’è molta pressione. I risultati delle ultime partite non contano, il Real Madrid è una grande squadra e sa gestirla”. Il Barcellona invece deve gestire il caso Piqué: “Gerard è qui da molti anni e rispetto la tua opinione. È intelligente e sa perfettamente che se lo vedo coinvolto nella partita non c’è problema”.

TAGLI  – Non è un momento facile per il Real, ma neanche per il Barcellona. Oltre alle parole pronunciate da Piqué, tiene banco anche la questione dei rinnovi del contratto con implicita accettazione del taglio dello stipendio: “Non sono preoccupato per questo. È normale che il club voglia abbassare gli stipendi a causa del Covid, ma capisco anche i giocatori, quindi credo che sia il momento di parlarsi. A volte parlo con loro, ma occorre scindere le due situazioni. La questione economica e un conto. Un altro è la prestazione e non puoi smettere di giocare quando fai parte di un club così grande e importante”.

CALCIO – Si parla anche di calcio, fra le altre cose. “Ho un ampio ventaglio di scelta. Non mi piace discutere ogni partita di chi deve scendere in campo vogliamo che tutti siano al miglior livello possibile. La squadra è importante, avremo i migliori undici possibili per vincere la partita. Loro recupereranno un leader come Ramos e questo cambierà molti aspetti”. Possibile esordio di Ansu: “Sarà sicuramente una star in futuro, ma prima deve lavorare”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy