Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Barça il ritorno di Messi non è un sogno, parola di Romeu: “Se serve, qui si fanno miracoli”

Barça il ritorno di Messi non è un sogno, parola di Romeu: “Se serve, qui si fanno miracoli” - immagine 1
Si lavora al rientro della Pulce. E arriva anche... l'ufficialità.

Redazione Il Posticipo

Il ritorno di Messi non è impossibile. E la conferma arriva direttamente dalla dirigenza del Barcellona. Come riportato dal Mundo Deportivo, Eduard Romeu il vicepresidente del Barcellona, in occasione della presentazione della liquidità finanziaria del club e del bilancio, ha spiegato che il ritorno dell'argentino è una decisione sportiva.

PORTE APERTE

Messi con la maglia del PSG è una ferita ancora aperta al di là dei Pirenei. E da tempo si parla di un possibile ritorno del fuoriclasse argentino a parametro zero. Il dirigente in questo senso è stato sibillino. "Non sarebbe una domanda che mi spetta. Il ritorno di Messi è un tema della gestione sportiva e se lo riterrà opportuno potremo lavorare per quel che richiedono. Di certo, come abbiamo sempre detto, Leo ha sempre le porte aperte qui. E noi siamo già abituati a fare miracoli".

SOSTENIBILE

La parola miracolo, in questo senso, va interpretata come sostenibilità a livello economico e tecnico. C'è da... scalare, nel senso più pieno del termine, il monte stipendi. Nel Barcellona ci sono molti giocatori importanti dallo stipendio elevato lo stesso Romeu ha spiegato che il club deve ridurre la massa salariale in vista della prossima stagione.  Da un punto di vista tattico, nessun problema. Xavi ha già espresso l'apprezzamento per l'eventuale ritorno del calciatore argentino, forte anche di una grande amicizia che li lega. Chiaramente Messi rientrerà con uno stipendio abbastanza ridotto ed anche ad assumere un ruolo da giocatore che, a seconda delle decisioni dell'allenatore, può essere secondario

SFIDA

Riavere Messi è anche una sfida personale di Laporta che non vuole passare alla storia come chi ha lasciato andare il più grande calciatore della storia del Barcellona. Ad oggi, e dopo le discrepanze dello scorso anno, oltre i Pirenei assicurano che il  rapporto fra il calciatore e il presidente avrebbe cominciato a normalizzarsi.  In Catalogna c'è la convinzione che Messi sarebbe entusiasta di tornare al Barça ma le supposizioni di un rientro a gennaio appaiono impossibili. In questa è impossibile trascurare l'effetto mondiale e il finale della stagione a Parigi. Qualora l'Argentina vincesse il titolo e a Parigi arrivasse la Champions, Messi avrebbe ben poco altro da chiedere in Francia.