Barça, il presidente della commissione di gestione: “Avremmo dovuto vendere Messi in estate. Neymar? Se viene gratis…”

Con le dimissioni di Bartomeu il Barça è guidato dal comitato di gestione, presieduto da Carlos Tusquets. Che parla dei temi più caldi come… la scarsità di fondi del Barça. E spiega che economicamente, la cessione della Pulce sarebbe stata positiva, ma anche che per riprendere Neymar ci vuole un miracolo…

di Redazione Il Posticipo

Nei club come il Barcellona in cui la carica di presidente è elettiva, nel momento in cui il presidente rassegna le dimissioni, il comando viene assunto dal comitato di gestione, che al Camp Nou si chiama Comisión gestora. Con l’addio di Josep Maria Bartomeu, quindi, l’organizzazione delle ordinarie attività del club viene coordinata da una commissione presieduta attualmente da Carlos Tusquets. E il signor Tusquets è decisamente uno di quei dirigenti a cui piace parlare in tutta franchezza senza dare illusioni ai tifosi. Quindi parla dei temi più caldi come… la scarsità di fondi del Barça.

MESSI – Un duro colpo ai diversi candidati alla presidenza che stanno cercando di ingraziarsi il favore degli elettori facendo promesse, a quanto pare, non sostenibili. Il Barcellona è uno dei molti grandi club messi seriamente in difficoltà dalla pandemia provocata dal Covid-19. Come spiega il sito del Barça sulla pagina relativa all’organigramma societario, “la funzione principale della Commissione di gestione è quella di indire le elezioni per la costituzione di un nuovo Consiglio di amministrazione”. Quindi, le parole di Tusquets possono influenzare l’elezione solo indirettamente. Ma lui va oltre e parla della vicenda estiva di Messi, con dichiarazioni importanti riportate da As. “Economicamente parlando, sarebbe stato auspicabile vendere Messi. LaLiga ha bisogno limiti salariali, ma c’è anche un corpo tecnico a cui chiedere un parere“. Parere che ovviamente è stato più che negativo.

NEYMAR – Comunque, Tusquets non fa prigionieri. E parla con estrema franchezza per chiarire quali siano le condizioni reali del club catalano. Parla di una situazione “terribile” ma spiega anche che si possa tener viva la speranza. Certo, ci sono svolte e rivoluzioni più o meno fattibili. E riguardo al tema del ritorno di Neymar, che ha fatto sapere di voler tornare a giocare con Messi, non gira troppo attorno alla questione. “Se arrivasse gratis, si potrebbe fare. Non ci sono soldi per pagarlo. A meno che un nuovo presidente non arrivi con un miracolo in mano. Se viene venduto qualcuno e lo staff tecnico è d’accordo, perché no?“. Insomma, la situazione non è delle migliori ma chissà, dato l’impatto del Barça qualche soluzione si può trovare. Magari con gli sponsor e vendendo anche qualche giocatore in esubero.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy