Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Balotelli, record da assente: l’ultimo gol e l’ultima vittoria azzurra ai mondiali è sua per almeno 12 anni…

MANAUS, BRAZIL - JUNE 14:  Mario Balotelli of Italy celebrates after scoring the second goal during the 2014 FIFA World Cup Brazil Group D match between England and Italy at Arena Amazonia on June 14, 2014 in Manaus, Brazil.  (Photo by Christopher Lee/Getty Images)

Seppur assente contro la Macedonia del Nord, Supermario entra nella storia del calcio italiano.

Redazione Il Posticipo

Dodici anni, almeno, senza segnare un gol in un Mondiale di calcio. La sconfitta contro la Macedonia del Nord, oltre alla disfatta della nazionale che da Campione d'Europa sarà assente al prossimo Mondiale, lascia in eredità un record di cui tutti i tifosi italiani e, chi sa, forse anche il diretto interessato, avrebbero fatto volentieri a meno. Mario Balotelli che seppur assente entra nella storia del calcio italiano. Suo il gol più longevo della nazionale azzurra in una competizione iridata. E sua la firma sulla ultima vittoria azzurra in questa competizione.

2014 - Allo status quo, l'ultimo gol segnato dalla nazionale azzurra in un mondiale di calcio risale all'edizione brasiliana del 2014. In quella occasione, al 5' della ripresa, un colpo di testa di Balotelli porta l'Italia sul 2-1 dopo il gol di Marchisio e il pareggio di Sturridge. Rimane anche l'ultima rete da tre punti. Una gol che sembrava schiudere prospettive più che rosee per la nazionale che aveva raggiunto la finale dell'Europeo del 2012 ma che invece si è rivelato l'unuco e l'ultimo di Supermario nella kermesse brasiliana. Nelle successive due partite, infatti, la nazionale di Cesare Prandelli non troverà più la via della rete perdendo contro Costarica e Uruguay per 1-0 e lasciando anzitempo la competizione.

MANAUS, BRAZIL - JUNE 14:  Mario Balotelli of Italy celebrates after scoring the second goal during the 2014 FIFA World Cup Brazil Group D match between England and Italy at Arena Amazonia on June 14, 2014 in Manaus, Brazil.  (Photo by Christopher Lee/Getty Images)

MANCINI - E pensare che Balotelli ha rischiato di esserci contro la Macedonia. Mancini ha sempre avuto le porte aperte per tutti, anche per Supermario che ha accarezzato a lungo l'idea di essere una carta in più da giocarsi in ottica playoffs. Considerato il rendimento dei centravanti azzurri, il suo profilo profilo potrebbe essere nuovamente valutato anche se non a lunghissima scadenza. Se c'è qualcuno che sa come prendere e motivare al meglio Balotelli, quel qualcuno è proprio Mancini. Resta, però, l'incognita legata all'età. Balotelli non è più giovanissimo. 31 anni sono tanti, specialmente in ottica 2026. In ogni caso, il record resterà difficilmente migliorabile. A meno che l'Italia non conceda un non auspicabile tris.