Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Balotelli e la Nazionale: un amore interrotto fra sì, no e forse…

KLAGENFURT, AUSTRIA - NOVEMBER 17:  Mario Balotelli of Italy during the international friendly match between Italy and Romania at Hypo-Arena on November 17, 2010 in Klagenfurt, Austria.  (Photo by Claudio Villa/Getty Images)

Balotelli e la nazionale. Un rapporto complesso.

Redazione Il Posticipo

BALOTELLI

 NATAL, BRAZIL - JUNE 24: Head coach Cesare Prandelli of Italy speaks to Mario Balotelli during the 2014 FIFA World Cup Brazil Group D match between Italy and Uruguay at Estadio das Dunas on June 24, 2014 in Natal, Brazil. (Photo by Jamie Squire/Getty Images)
—  

Balotelli e la nazionale. Un rapporto complesso, fra l'azzurro e Supermario, fatto, come la sua carriera, di momenti indimenticabili e istantanee da chiudere nel cassetto dei ricordi con l'etichetta.  Balotelli sogna la maglia azzurra, forse l'unica che sente davvero sua. Decide di andare sino in Turchia per riconquistare la fiducia di Mancini, forse l'unico CT che potrebbe ancora puntare su di lui. Il rapporto con l'azzurro è stato a singhiozzo.  E fra un ritorno e un altro, tante polemiche.

ESORDIO

KLAGENFURT, AUSTRIA - NOVEMBER 17:  Mario Balotelli of Italy during the international friendly match between Italy and Romania at Hypo-Arena on November 17, 2010 in Klagenfurt, Austria.  (Photo by Claudio Villa/Getty Images)
—  

Balotelli esordisce in nazionale il 10 agosto 2010, a soli 20 anni: il suo vernissage coincide con una sconfitta, ma il rapporto con Prandelli è ottimo e cresce con il passare dei mesi. Il Ct ha sempre fiducia in quello che è il ragazzo prodigio del calcio azzurro. Resta regolarmente nel giro azzurro e realizza il suo primo gol alla Polonia in amichevole nel 2011. Da allora è un crescendo di fiducia e prestazioni.

GERMANIA

 WARSAW, POLAND - JUNE 28: Mario Balotelli (R) of Italy celebrates with team-mate Claudio Marchisio after scoring his team's second goal as Philipp Lahm of Germany shows his dejection during the UEFA EURO 2012 semi final match between Germany and Italy at the National Stadium on June 28, 2012 in Warsaw, Poland. (Photo by Michael Regan/Getty Images)
—  

La notte che ha fatto sognare l’Italia. Dopo la vittoria del mondiale, una delle gioie più grandi. Azzurri “underdog” contro la Germania nella semifinale degli Europei 2012. Il moloch tedesco è abbattuto in soli venti minuti da SuperMario, che prima di testa, poi con un destro al fulmicotone, elimina la Germania. La sua foto che mostra i muscoli fa il giro del mondo. Sembra l’inizio di una lunga e felice storia d’amore.

INGHILTERRA

 MANAUS, BRAZIL - JUNE 14: Mario Balotelli of Italy celebrates after scoring the second goal during the 2014 FIFA World Cup Brazil Group D match between England and Italy at Arena Amazonia on June 14, 2014 in Manaus, Brazil. (Photo by Christopher Lee/Getty Images)
—  

L’esordio al Mondiale brasiliano lascia ben sperare. Balotelli, come tutta la Nazionale, gioca una buona partita ed è suo il gol che riporta in vantaggio gli azzurri e regala i primi tre punti. Che resteranno tali. L’inzuccata che vale il 2-1 è l’unica prodezza di un torneo incolore. Da protagonista a reietto, il passo sarà brevissimo.  Il punto di non ritorno è la sfida di Nadal, dove si infrangono le speranze azzurre. L’Italia, per la seconda volta consecutiva, non supera neanche il girone di qualificazione per arrivare almeno gli ottavi di finale.

CONTE

 FLORENCE, ITALY - NOVEMBER 13: Mario Balotelli after Italy Training Session at Coverciano on November 13, 2014 in Florence, Italy. (Photo by Claudio Villa/Getty Images)
—  

Conte convoca Balotelli più per testarlo che per effettiva convinzione. Nel momento in cui dirama la lista dei convocati, in tanti pronosticano vita breve a SuperMario. Conte ama chi si sacrifica e fa gruppo. La parabola del ragazzo più discusso d’Italia è brevissima. Torna nel giro azzurro, ma esce dopo poco tempo dai convocati. E non ci rientra più. Avulso al gruppo, troppo per i gusti del CT.

VENTURA

 TURIN, ITALY - OCTOBER 07: Head coach Italy Gian Piero Ventura looks on prior to the Italy training session at Filadelfia Stadium on October 7, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Claudio Villa/Getty Images)
—  

L’arrivo di Ventura sembra schiudere al ritorno di Balotelli in nazionale. Il CT però, preferisce farne a meno. Il suo 4-2-4 ha bisogno di interpreti diversi. Due esterni e due centravanti d’area di rigore. E comunque Ventura gli preferisce chi conosce bene come Immobile e Belotti. I risultati gli danno ragione. La Nazionale segna e all'inizio diverte, poi si smarrisce e l'attacco sbatte nel doppio match contro la Svezia. E qualcuno lo rimpiange.

 BOLOGNA, ITALY - SEPTEMBER 07: Mario Balotelli of Italy reacts during the UEFA Nations League A group three match between Italy and Poland at Stadio Renato Dall'Ara on September 7, 2018 in Bologna, Italy. (Photo by Claudio Villa/Getty Images)

Ultima tappa: Mancini è il "suo" tecnico e gli concede immediatamente fiducia in una amichevole contro una squadra cui non sembra impossibile né far gol né ritrovare il sorriso smarrito da anni. Da reietto a vice capitano con la possibilità concreta di indossare la fascia. Balotelli sa che non può sbagliare. E non sbaglia, va a rete. Poi una prestazione non indimenticabile contro la Francia. L'ultima apparizione risale alla sfida contro la Polonia quando mette in mostra, più che altro, uno stato di forma non ottimale. Totale, 36 presenze e 14 gol. E nel futuro, chi lo sa...