Balotelli e il Brescia: senza di lui, i numeri cambiano… in meglio

Le cifre dicono che il Brescia, che senza Balotelli è un altra squadra

di Redazione Il Posticipo

Il ritorno in Italia di Balotelli si è rivelata, l’ennesima occasione persa. I detrattori sostengono sia l’ennesimo  esempio di quanto sia un sopravvalutato.  In mezzo, non c’è la verità, ma qualcosa che aiuta a cercarla. I numeri. E le cifre dicono che il Brescia, che senza Balotelli è un altra squadra che potrebbe essere maggiormente competitiva per la salvezza.

SENZA BALOTELLI – Il Brescia inizia il campionato senza Balotelli: quattro partite e due vittorie, entrambe, tra l’altro, ottenute in trasferta. La prima contro il Cagliari,  la seconda contro l’Udinese. Poi due sconfitte, una con il Milan  l’altra contro il Bologna. Supermario è squalificato nelle sfide contro Milan e Bologna e non convocato a Roma. In tutti i casi il Brescia colleziona solo sconfitte.  Dopo il lockdown non è convocato e il Brescia porta a casa due punti in altrettante giornate di campionato. Senza di lui,  in totale la squadra ha totalizzato 8 punti in 9 partite. 0,8 punti a partita.

CON BALOTELLI – L’ingresso in campo di Balotelli arriva alla quinta giornata a settembre contro la Juventus. Da allora non è mai uscito dal campo. Ed  il Brescia non ha più vinto una partita sino a dicembre, quando, proprio con un suo gol viola il campo della Spal. In mezzo ci sono nove partite in cui il Brescia conquista appena un punto contro la Fiorentina. In questo arco di tempo Balotelli segna a Napoli e a Verona. Dopo Ferrara, partecipa alla vittoria contro il Lecce senza segnare. Quindi segna un gol che vale un punto con il Parma, un altro inutile con la Lazio. E poi sparisce dai tabellini. Arrivano due punti con Cagliari e Udinese, ma senza il suo contributo realizzativo. In totale, cinque gol che hanno portato in dote quattro punti. In totale con lui in campo il Brescia ne fa deici su diciannove partite giocate. Media 0,52

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy