Ballo, marshmallow e Kardashian: Ibra può davvero tutto…o quasi!

Ballo, marshmallow e Kardashian: Ibra può davvero tutto…o quasi!

Se lo svedese è davvero il migliore, come dice sempre, deve dimostrarlo. Ma la sua presenza al Late Show di James Corden conferma che sì, lo svedese può tutto. O quasi…

di Redazione Il Posticipo

Grande, grosso è incredibilmente flessibile. Non si direbbe, ma dall’alto (è il termine giusto) del suo metro e novantacinque, Zlatan Ibrahimovic è leggiadro come una farfalla. Merito delle arti marziali, praticate sin da bambino e che hanno regalato al colosso di Malmö una capacità di movimento che spaventa. Lo sanno bene i difensori, che non possono dare per perso un pallone con Ibra nelle vicinanze, perché lo svedese può tranquillamente arrivarci in qualsiasi maniera possibile. E ora lo sanno anche i telespettatori americani, che stanno imparando a conoscere e apprezzare non solo sul campo l’ex Juventus, Inter e Milan, che spesso e volentieri è ospite nelle trasmissioni più celebri.

ZLATAN PUÒ TUTTO… – È il caso del Late Show di James Corden, durante il quale lo svedese si è esibito in una serie di esilaranti sfide, come ripetere il suo nome mentre mastica una manciata di marshmallow. Ma quella che ha ovviamente catturato l’occhio è la sfida di ballo. Chi si aspettava un Ibra impacciato e non a suo agio ha decisamente sbagliato personaggio: il colosso di Malmö è anche un ottimo ballerino. Ovvio, direbbe lui, è il migliore in tutto. E in effetti le mosse che il bomber dei Los Angeles Galaxy regala al pubblico sono…da vero professionista della pista, compresa la Floss Dance, resa celebre dalle nostre parti dal Papu Gomez.

O QUASI – E quindi la parte del programma intitolata “Can Zlatan…?” conferma che sì, Zlatan può tutto. Persino conoscere i nomi di tutte le Kardashian. Tutto…o quasi. C’è solo una cosa che Ibra non può fare. Andare al West Ham, per la disperazione del padrone di casa. James Corden è americano, ma è un grande tifoso degli Hammers e ha approfittato della presenza dello svedese per chiedergli se nei mesi di off-season della MLS può mettersi a disposizione di Pellegrini. Ipotesi bocciata: “No, non possono permettersi il mio ingaggio”, scherza Ibra. Che può tutto, ma abbassarsi ulteriormente lo stipendio, che non lo vede neanche nella Top 20 della lega, proprio no!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy