Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Ballardini: “Vittoria importante per il raggiungimento del nostro obiettivo. Futuro? Prima la salvezza”

FROSINONE, ITALY - SEPTEMBER 30:  Genoa CFC head coach Davide Ballardini looks on during the Serie A match between Frosinone Calcio and Genoa CFC at Stadio Benito Stirpe on September 30, 2018 in Frosinone, Italy.  (Photo by Paolo Bruno/Getty Images)

Il Genoa fa suo il derby e ipoteca la salvezza salendo a quota 36 in classifica

Redazione Il Posticipo

Il Genoa fa suo il derby e ipoteca la salvezza salendo a quota 36 in classifica. Ballardini  pesca dalla panchina il doppio jolly della  linea verde e porta a casa tre punti pesantissimi che spostano gli equilibri della lotta salvezza che riguarda il grifone solo da un punto di vista meramente aritmetico. Il tecnico analizza la sfida ai microfoni di Sky Sport. 

CAMBI - Shomurodov e Scamacca in campo. La scelta paga con gli interessi. Ballardini ha vinto la partita pescando dai cambi. Un girone dopo, Ballardini ha conquistato 29 punti in 20 partite. Una rivoluzione: "Dopo un primo tempo di grande pressione e qualità di gioco, eravamo ancora sul campo, poi si è pagata la fatica. E credo che il risultato sia stato un premio per lo sforzo profuso durante l'arco dei 90'. Questa è una vittoria importante per il raggiungimento di un obiettivo che è un po' più vicino. Il Genoa, all'inizio della nostra gestione ha vinto forse qualche partita che non meritava di portare a casa. Poi abbiamo pareggiato sfide in cui avremmo meritato i tre punti. La squadra, sinora, anche in virtù delle difficoltà, è protagonista di un cammino fantastico ma non ha ancora tagliato il traguardo".

SALVEZZA - Un girone dopo, il Genoa è un'altra squadra. E la sensazione è che abbia anche una base importante per costruire un futuro per campionati senza patemi d'animo. Magari con qualche ambizione in più. "Sono arrivato alla quattordicesima giornata con una squadra che aveva accumulato sette punti, giocando contro una squadra che aveva il doppio dei nostri punti. Evidentemente qualche problemino c'era. Credo che il Genoa abbia i punti che merita. Questa squadra ha grandi attaccanti, ma li aveva anche prima. Non mi permetto di parlare chi c'era prima di me, la squadra aveva bisogno di crescere nei giovani, qualcuno di ritrovarsi. Al futuro non ho pensato. Preferisco non guardare oltre questa stagione, perché comunque l'obiettivo è ancora da raggiungere. Dopo si faranno altri ragionamenti. Non credo sia corretto, adesso, pensare alla prossima stagione, quando restano cinque partite di straordinaria importanza per una salvezza che ancora non è arrivata".