Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Ballardini: “Pandev? I calciatori del Napoli ridevano per il gol annullato, ma non parlo degli errori”

FROSINONE, ITALY - SEPTEMBER 30:  Genoa CFC head coach Davide Ballardini looks on during the Serie A match between Frosinone Calcio and Genoa CFC at Stadio Benito Stirpe on September 30, 2018 in Frosinone, Italy.  (Photo by Paolo Bruno/Getty Images)

Il Genoa non va oltre la soddisfazione di aver messo in difficoltà il Napoli.

Redazione Il Posticipo

Il Genoa non va oltre la soddisfazione di aver messo in difficoltà il Napoli. La squadra di Ballardini se l'è giocata sino alla fine e ha anche sfiorato l'idea di fermare i quotati avversari. La rete di Petagna mortifica le ambizioni del Grifone ma non ridimensiona la bontà di un match interpretato come si doveva e poteva.

DELUSO - Comprensibile l'amarezza di Ballardini a fine partita anche in virtù del gol annullato. Le sue parole sono riprese da DAZN. "Il Genoa ha giocato una bella partita, se l'è giocata alla pari con il Napoli al netto degli episodi. Mi è piaciuta la prestazione, ho visto un Genoa molto solido, quello che voglio sempre vedere dopo un brutto inizio. Adesso è il momento che qualcuno vada a giocare, noi ci facciamo bastare anche quelli esterni. Non credo che l'azione di Pandev sia viziata da un fallo. Quattro o cinque calciatori del Napoli si sono messi a ridere, erano convinti che il gol fosse valido. Comunque non mi interessa parlare degli errori, accade anche ai giocatori e agli allenatori. Credo nella buonafede".

PROSPETTIVE - Il Genoa comunque appare ben attrezzato per raggiungere l'obiettivo di una salvezza tranquilla. "Pandev per me è il giocatore più giovane che abbiamo in rosa. Sono degli esempi da seguire. Abbiamo tanti buoni calciatori che rappresentano esempi da seguire, compreso Sirigu. Il macedone non va centellinato, quando sta bene gioca. A volte va in panchina per questioni di equilibri e strategia. Per quanto riguarda alcuni giovani credo che sia meglio che vadano a giocare. Poi quando dimostreranno di essere pronti saranno presi in considerazione. Sono soddisfatto del mercato, non facciamo i birichini..."