Ballardini: “Oggi non belli, dobbiamo migliorare ma i risultati portano tranquillità. Servono due o tre acquisti”

I rossoblù cambiano passo e accorciano la classifica.

di Redazione Il Posticipo

Decisamente un altro Genoa quello di Ballardini. I rossoblu conquistano la seconda vittoria della stagione in casa contro il Bologna e confermano il periodo di crescita. Il grifone ha cambiato guida e passo con il nuovo corso. Due vittorie e un pareggio nelle ultime quattro patite. Sette punti in quattro partite. Gli stessi totalizzati dal suo predecessore in più del triplo. L’effetto si sente quanto basta per accorciare la classifica, avvicinare il Bologna e tirarsi momentaneamente fuori dalla zona retrocessione. Il tecnico analizza la sfida ai microfoni di Sky Sport.

CRESCITA – La squadra appare in crescita e soprattutto con la personalità necessaria per affrontare e vincere le partite. Non a caso, con Ballardini in panchina, ha vinto la metà delle partite disputate. Mettendo in mostra anche importanti individualità. “Gli avversari forse credono che non siamo così bravi. La squadra non ha creato molto perché il Bologna è forte, ma non ricordo occasioni da gol. Il Genoa non ha giocato una bella partita, deve fare molto di più sul piano del gioco, ma l’attenzione, la serietà e l’impegno sono dei meriti innegabili e attribuibili a questi calciatori. Sono i risultati che portano tranquillità non viceversa”.

SALVEZZA  – Le quote salvezza sono decisamente in rialzo. Il calendario dopo la sfida a Bergamo, propone Cagliari e Crotone. Tappe fondamentali. “Siamo un po’ come il cigno. Elegante ma… che starnazza. Per restare a galla occorre dimenarsi parecchio. E il mio starnazzare furibondo ha portato qualcosa anche se dobbiamo crescere. Non siamo così bravi nella gestione della palla, andiamo a fiammate, mettiamo in difficoltà gli avversari, ma abbiamo bisogno di qualche giocatore per migliorare la qualità. Questa squadra, così come è, è incompleta.  Ci servono uno o due giocatori in difesa e a centrocampo. In avanti non abbiamo bisogno di molti ritocchi. Destro sta lavorando sui suoi limiti: è presente alla squadra e alla partita nell’arco di tutti i 90′. Attacca, segna e difende. Un giocatore di spessore”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy