Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Ballardini: “Ci teniamo la bontà della prestazione e… il dispiacere. La mia conferma? Prima chiudiamo bene”

FROSINONE, ITALY - SEPTEMBER 30:  Genoa CFC head coach Davide Ballardini looks on during the Serie A match between Frosinone Calcio and Genoa CFC at Stadio Benito Stirpe on September 30, 2018 in Frosinone, Italy.  (Photo by Paolo Bruno/Getty Images)

Il Genoa si conferma squadra di qualità.

Redazione Il Posticipo

Il Genoa esce a testa altissima da San Siro prima raggiungendo il Milan e poi andando a pochi millimetri dal 2-2. Rossoneri sulle gambe in un finale che lascia qualche rimpianto a una squadra che esce comunque con un buon carico di autostima da una sfida che Ballardini analizza ai microfoni di DAZN.

LUCIDO - Un Genoa sempre lucido e in partita che non ha mai mollato per tutti i 90' e che ha trovato più lo specchio della porta rispetto al Milan. Non è bastato.  "Siamo tutti molto dispiaciuti, ma pieni di orgoglio. Abbiamo giocato una buona partita. E se giochi questo tipo di partite i punti arrivano. Il retrogusto è amaro, ma era da un po' che la squadra non giocava una partita così generosa e di qualità. Ci teniamo la partita e anche il dispiacere. L'amarezza va trasformata nella voglia di giocare delle partite ancora migliori. Abbiamo qualità ma anche altre caratteristiche che ci impongono di trovare equilibrio e compattezza per esaltare i singoli. Questo Genoa è stato costruito per giocare con due attaccanti e non con una difesa a quattro, poi si possono anche cambiare le cose in corsa ma i valori sono quelli".

PROSPETTIVE -  Scamacca protagonista sfortunato, ha segnato nella porta sbagliata poco prima del cambio. L'idea era di sostituirlo dopo il calcio d'angolo.  Poi lo ha lasciato anche per preservarlo dal punto di vista psicologico. Il Genoa al netto dell'autorete si conferma un'ottima squadra negli ultimi sedici metri.  "Il Genoa ha la fortuna di avere dei ragazzi serissimi che si impegnano quotidianamente. Per un allenatore è facile guidare questi ragazzi. Destro si allena molto bene, ci tiene. Credo che il miglioramento sia merito suo, si sta comportando perfettamente anche fuori dal campo. Anche in partita è sempre coinvolto. Ed ha delle qualità superiori alla media. Ha l'istinto del killer vicino alla porta complimenti a lui. Il premio arriva perché si impegna molto. La mia conferma? Il Genoa deve fare bene da qui alla fine del campionato".