Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Bale provoca Ancelotti e il Real: “Sto benissimo, ma penso solo alla nazionale”

BAKU, AZERBAIJAN - JUNE 12: Gareth Bale of Wales takes a free kick during the UEFA Euro 2020 Championship Group A match between Wales and Switzerland at the Baku Olympic Stadium on June 12, 2021 in Baku, Azerbaijan. (Photo by Naomi Baker/Getty Images)

Il 32enne ha giocato solo 77 minuti di calcio da quando ha giocato contro il Real Betis il 28 agosto.

Redazione Il Posticipo

Gareth Bale è arrivato al Clasico di domenica scorsa con la possibilità non solo di avere del minutaggio nella partita contro il Barcellona, ​​ma di iniziare addirittura da titolare considerando l'assenza di Benzema. Ancelotti però ha scelto un'altra opzione. Modric falso nueve. La soluzione non ha pagato. Il gallese non è sceso in campo per un mal di schiena, ma in conferenza stampa, alla vigilia della sfida con l'Austria, ha smentito le voci legate a problemi fisici. Le sue parole sono riprese da skysports.

SORPRESA - Bale si è allenato regolarmente. Irritando e non poco la Casa Blanca. Non si può neanche parlare di recupero miracoloso, considerando che non è neanche la prima volta che dopo aver lamentato problemi fisici con il Real, l'attaccante è sceso regolarmente in campo con il Galles. Per la cronaca, il 32enne ha giocato solo 77 minuti di calcio da quando ha giocato contro il Real Betis il 28 agosto. "Credo sia normale avere qualche piccolo acciacco alla mia età ma in generale mi sento ancora abbastanza in forma considerando che mi alleno con regolarità da due mesi e mezzo. Anzi, in realtà sono molto più in forma in questa occasione rispetto all'ultima volta che sono stato convocato. Sono pronto a scendere in campo".

PROVOCAZIONE - Parole che evidentemente lasceranno il segno. Inevitabile la domanda sul suo futuro al Real in relazione a un contratto in scadenza nel prossimo giugno e che non sarà rinnovato. Risposta lapidaria, al limite del provocatorio. "A essere sincero non ci avevo neanche pensato. Nel momento in cui ho preso atto che il Galles si sarebbe giocato i play off per accedere al Mondiale mi sono concentrato esclusivamente su questa competizione. Sarebbe il mio ultimo grande impegno con la nazionale. E sarà sicuramente una delle partite più importanti della mia carriera. Non essendomi mai qualificato per le fasi finali di una Coppa del Mondo, è qualcosa che voglio raggiungere. E che i tifosi vogliono ottenere. In un certo senso meritiamo di essere in Coppa del Mondo, è passato molto tempo. Non sarà un rimpianto se non ci qualificheremo ma lo sarà se non daremo il 100%".