Aubameyang, minacce di morte sui social dopo una foto sgradita: “Se sei qui in Marocco giuro che ti ammazzo…”

Aubameyang, minacce di morte sui social dopo una foto sgradita: “Se sei qui in Marocco giuro che ti ammazzo…”

Sui profili social dei calciatori non mancano mai classici post pre e post partita. L’incoraggiamento ai compagni, il ringraziamento ai tifosi e la foto dello spogliatoio in festa per la vittoria. No, forse meglio evitare. Almeno a giudicare da quello che sta accadendo ad Aubameyang.

di Redazione Il Posticipo

Di questi tempi, meglio essere particolarmente accorti a quello che si posta sui social network, soprattutto se si è dei calciatori. Ogni minima frase o immagine viene vivisezionata per trovare appigli per una polemica. Dunque, meglio limitarsi ai classici post pre e post partita. L’incoraggiamento ai compagni, il ringraziamento ai tifosi e la foto dello spogliatoio in festa per la vittoria. No, ecco, forse meglio evitare anche quella. Almeno a giudicare da quello che sta accadendo sul profilo Instagram di Pierre-Emerick Aubameyang. La cui unica colpa è quella di aver postato subito dopo che il Gabon ha battuto il Marocco per 3-2 in amichevole a Tangeri.

MINACCE – Come riporta il Sun, tanto è bastato per ricevere una lunghissima serie di insulti da parte dei tifosi marocchini, che evidentemente hanno preso molto male la sconfitta e se la sono presa con l’attaccante dell’Arsenal. Il suo profilo è stato preso d’assalto e sono arrivati insulti razzisti come “Banan Banan”, con tanto di emoticon, o peggio ancora, minacce di morte. “F*****o, se sei qui in Marocco giuro che ti ammazzo”, scrive un tifoso marocchino, seguito da tanti altri da dietro le tastiere. La dimostrazione che persino una foto innocente, come quella di uno spogliatoio in festa per una vittoria inaspettata, può causare un vero e proprio putiferio.

NAZIONALE – Ma in fondo Aubameyang non se l’è presa più di tanto, preferendo concentrarsi di più sul risultato e sulla sua prestazione. “Sono un tipo vendicativo. Le cose in nazionale non sono andate bene negli ultimi tempi per me e voglio cambiare questa immagine che qualcuno potrebbe avere di me. Preferisco mostrare un altro mio lato, quello del calciatore, con le mie performance”. Missione compiuta, perchè pur non essendo andato a segno, l’attaccante dell’Arsenal è stato fondamentale nella vittoria della sua nazionale. Che conquista uno scalpo importante, visto che il Marocco è 49 posizioni avanti al Gabon nel ranking FIFA. Ottimi motivi, dunque, per festeggiare. A meno che non arrivino i soliti leoni da tastiera…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy