Aubameyang: il Tottenham nel mirino e la maschera di Spiderman sulla fronte?

Quando l’attaccante gabonese vede il derby si accende: ai tempi del Dortmund si travestì da Batman dopo un gol allo Schalke 04. E contro gli Spurs potrebbe tornare in versione supereroe…

di Redazione Il Posticipo

Un po’ Spiderman, un po’ Batman: ma pur sempre Pierre-Emerick Aubameyang. L’ex attaccante del Borussia Dortmund, sbarcato all’Arsenal lo scorso gennaio, quest’anno sta andando a mille: 8 gol come Sergio Agüero del City e primato nella classifica marcatori della Premier League, ma soprattutto una condizione psico-fisica ritrovata dopo la partenza ad handicap della scorsa stagione (condizionata anche dal mancato passaggio al Milan di Fassone e Mirabelli). Il gabonese, che punta il nono gol per staccare il diretto avversario in classifica, non ha escluso di festeggiare alla sua maniera un’eventuale rete. E poi, quando si tratta di derby, la sua fantasia non si pone limiti: come ricordano dalle parti di Dortmund e soprattutto Gelsenkirchen…

SPIDERMAN E BATMAN – Nell’agosto 2014 Aubameyang segnò il gol del 2-0 nella Supercoppa di Germania spiccando il volo di testa come un vero supereroe. Una rete di quelle che non si dimenticano come l’esultanza: il gabonese, Peter Parker della situazione, esultò indossando la maschera dell’eroe Marvel Spiderman. L’attaccante sfoggiò i suoi superpoteri anche contro i rivali cittadini dello Schalke 04 nel febbraio 2015: sulla panchina dei gialloneri c’era Klopp, uno che di magie se ne intende… A stendere la squadra di Di Matteo ci pensarano Mkhitaryan, Reus e il supereroe Aubameyang, che per festeggiare indossò in quell’occasione la maschera di Batman. Un’usanza che il gabonese portò con sé in Germania dopo averla testata al Saint Etienne e che non ha smesso di accompagnarlo oggi, soprattutto in vista del derby del nord di Londra tra Arsenal e Tottenham.

“VEDIAMO COME MI SVEGLIO” – Alla vigilia della stracittadina londinese, Aubameyang non ha svelato tutti i suoi programmi ai microfoni di Sky Sports nel caso in cui dovesse trovare la via del gol: “Esultanza speciale? Dipende da come mi sveglio… In un derby indossai la maschera di Batman a Dortmund, ebbi quella idea la mattina. Chiamai mio cugino e gli dissi ‘ok, vai a comprare questa maschera’”. L’attaccante ha svelato la motivazione della sua speciale esultanza: “La prima volta capitò quando ero al Saint Etienne in Francia. Volevo fare un regalo a un mio che in precedenza aveva giocato con me. Lo feci per il suo compleanno”. E poi è diventato il suo marchio di fabbrica preferito nei derby: il Tottenham è avvisato…

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy