“Attacco di cuore” social per i tifosi del Leicester: il club twitta su Ndidi ed è subito panico…

“Attacco di cuore” social per i tifosi del Leicester: il club twitta su Ndidi ed è subito panico…

Ndidi era stato scelto per essere l’erede naturale di Ngolo Kanté e oggi è riconosciuto come il migliore calciatore della stagione delle Foxes. Il club, però, fa prendere un infarto-social ai tifosi.

di Redazione Il Posticipo

Il mercato riserva sempre grandi sorprese, ma non per forza dall’inizio. Molte squadre investono su un giocator,e ma capita che ci possa volere del tempo per vederlo esprimere quel calcio per cui il club ha deciso di spendere denaro per di lui. È senz’altro il caso di Wilfred Ndidi, arrivato nelle West Midlands nel gennaio di tre anni fa abbastanza in sordina. Era stato scelto per essere l’erede naturale di Ngolo Kanté e oggi è riconosciuto come il migliore calciatore della stagione delle Foxes. Il club, però, fa prendere uno spavento social ai tifosi.

ATTACCO DI CUORE – Sì, perché, innocentemente, la società del King Power Stadium decide di dedicare un pensiero al suo centrocampista più in forma e di celebrare il terzo anniversario del suo arrivo in Inghilterra dal Belgio. Così retwitta il proprio post di 3 anni fa: “Ultim’ora: il Leicester City ha raggiunto un accordo con il Genk per il trasferimento a titolo definitivo di Wilfred Ndidi”. Qualche utente-tifoso distratto, però, non legge la didascalia posta sopra al retweet (“Oggi, 3 anni fa“) e si prende un bello spavento: “A qualcun altro è venuto un attacco di cuore qui?“.

INVECE… – Chiaramente, non poteva andare diversamente. Il centrocampista, con le sue 23 presenze si sta dimostrando uno dei migliori del suo gruppo e con due gol e un assist stagionali sta sugellando il tutto. Sì, non sembrano numeri da urlo, ma bisogna ricordare che si tratta di un mediano di rottura che non è solito salire a creare pericoli. Insomma, lo stesso tweet che celebrava il suo acquisto tre anni fa, decontestualizzato, ai tifosi sembrava un nuovo tweet che parla del suo ritorno al Genk. Invece, Ndidi resta e guida una delle migliori stagioni delle Foxes della loro storia. Insomma, sospiro di sollievo: scampato pericolo. Almeno finchè qualcuno non porta i 40 milioni di sterline della valutazione del calciatore…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy