Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Atletico: “Troveremo ed espelleremo chi ha insultato Vinicius, chi lo ha fatto non può far parte di noi”

Atletico: “Troveremo ed espelleremo chi ha insultato Vinicius, chi lo ha fatto non può far parte di noi” - immagine 1
Il club ha preso una posizione durissima contro chi si è reso protagonista dei cori razzisti nei confronti del calciatore brasiliano del Real.

Redazione Il Posticipo

L'Atletico Madrid prende una posizione durissima contro i tifosi che hanno intonato i cori discriminatori a Vinicius prima del derby con il Real. Il club rojiblanco ha rilasciato una dichiarazione, come riportato da Marca, in cui promette punizioni esemplari a chi si è reso protagonista degli insulti razzisti nei pressi dello stadio Civitas Metropolitano. Tutti coloro che saranno individuati verranno espulsi dallo stadio.

CONDANNA

La dichiarazione è la seguente. "L'Atletico condanna fermamente i cori inammissibili della minoranza di tifosi prima del derby. Il razzismo è uno delle più grandi piaghe della nostra società. E purtroppo il mondo del calcio e dei club non sono esenti dalla sua presenza. Il nostro club si è sempre caratterizzato per essere uno spazio aperto e inclusivo per tifosi di diverse nazionalità, culture, razze e ceti sociali e pochi non possono offuscare l'immagine di migliaia e migliaia di tifosi dell'Atletico che sostengono la propria squadra con passione e nel rispetto del rivale. Questi cori generano un sentimento di rifiuto e indignazione. Non permetteremo a nessun individuo di nascondersi dietro i nostri colori per pronunciare insulti razzisti o xenofobi. All'Atletico c'è tolleranza zero per il razzismo. Il nostro impegno nella lotta contro questo flagello sociale è totale. Non ci fermeremo finché non lo elimineremo. Abbiamo contattato le autorità per offrire massima collaborazione nell'indagine sugli eventi avvenuti fuori dallo stadio e chiedere l'identificazione delle persone che vi hanno partecipato al fine di procedere all'immediata espulsione di chi è socio del club".

INVITO

Il club ha poi preteso massimo rispetto per l'avversario anche al di fuori del Metropolitano. "Invitiamo anche l'intero mondo del calcio a una profonda riflessione. Questi eventi non hanno giustificazione. I nostri tifosi devono avere il buonsenso di non offendere gli avversari solo perché alcuni professionisti di diversi settori hanno acceso la miccia delle polemiche senza misurare l'impatto delle loro azioni. Non possiamo permettere che qualcuno associ i nostri tifosi a questo tipo di comportamento e metta in discussione i nostri valori a causa di una minoranza che non ci rappresenta. Non ci fermeremo finché non li espelleremo dalla famiglia biancorossa perché non possono farne parte".