Atletico, pochi ritocchi: “Simeone è sinonimo di risultati e lavoro. La rosa è ottima, faremo solo 3-4 innesti”

Atletico, pochi ritocchi: “Simeone è sinonimo di risultati e lavoro. La rosa è ottima, faremo solo 3-4 innesti”

Miguel Ángel Gil Marín, CEO dell’Atlético Madrid, ha spiegato a Efe quale sarà il futuro in casa colchoneros

di Redazione Il Posticipo

Simeone non si tocca. La rosa, neanche… troppo. Miguel Ángel Gil Marín, CEO dell’Atlético Madrid, ha spiegato a Efe quale sarà il futuro in casa colchoneros al termine di una stagione che ha portato un podio in Liga e una eliminazione inaspettata in Final Eight.

MIGLIORAMENTO – Leggendo i numeri, l’Atletico ha migliorato i propri piazzamenti rispetto allo scorso anno: “Ci siamo qualificati per l’ottava stagione consecutiva per la  Champions League, dove abbiamo giocato i quarti di finale. Insomma, Siamo riusciti a raggiungere gli obiettivi e il club ha una economia sostenibile nonostante l’impatto della pandemia. Ovvio, dopo aver eliminato il Liverpool si era creato entusiasmo. Abbiamo giocato una brutta partita contro il Lipsia, ma l’Atlético che ha giocato contro il Lipsia era una squadra in cui nessun giocatore era al suo livello per non aver avuto il tempo di recuperare dopo nove settimane di isolamento a casa e 11 partite giocate in poche settimane”. Nessun fallimento, dunque. “Nelle ultime 8 stagioni oltre all’Atletico solo City, Juventus, Barcellona, ​​Real Madrid, PSG e Bayern si sono presentate sempre ai nastri di partenza. Questo ci dà un’idea dell’enorme valore di quanto realizzato in questi anni. Mai prima d’ora nella nostra storia siamo riusciti a consolidarci in questo modo in Europa ”.

SIMEONE – E il Cholo non si tocca. “Capisco le critiche e la delusione dopo il Lipsia, ma il mio lavoro è di considerare ogni sfaccettatura. Per me Diego è sinonimo di impegno e di risultati ed entrambi sono necessari per raggiungere una sufficiente stabilità economica che sta permettendo al club di crescere e consolidarsi come uno dei grandi in Europa”. Dunque potranno esserci innesti: “L’idea è di cambiare tre o quattro elementi. Siamo convinti di avere una buona squadra, con una buona età media,questo può darci una grande prestazione nelle prossime stagioni”

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy