Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Atletico, oltre all’eliminazione c’è il caso Joao Felix: “Servono le palle per tirare quel rigore e lui…”

Atletico, oltre all’eliminazione c’è il caso Joao Felix: “Servono le palle per tirare quel rigore e lui…” - immagine 1
Come spiega una leggenda del calcio portoghese come Paulo Futre, c'è qualcosa che non quadra nella situazione del suo connazionale all'Atletico Madrid. Ma anche il fatto di non aver calciato il rigore decisivo può essere un segnale...

Redazione Il Posticipo

Il pareggio per 2-2 dell'Atletico Madrid contro il Bayer Leverkusen sa decisamente di sconfitta. In primis perchè condanna i Colchoneros all'eliminazione dalla Champions League con un turno di anticipo e poi perchè, in un finale convulso, c'era anche stata la possibilità di vincere la partita con il rigore assegnato a tempo più che scaduto da Turpin. Carrasco però si è fatto parare il penalty, Saul ha preso la traversa sulla ribattuta e alla fine il match è terminato in parità. E oltre all'addio all'Europa che conta, al Metropolitano bisogna fare i conti con quello che ormai è un vero e proprio caso: Joao Felix. Il portoghese è stato spedito nella mischia da Simeone solamente a una manciata di minuti dalla fine.

Il rapporto con Simeone

—  

E, come spiega una leggenda del calcio portoghese come Paulo Futre, c'è qualcosa che non quadra. L'ex attaccante dell'Atletico (ma anche di Porto, Reggiana e Milan) ha preso la parola durante la trasmissione El Larguero di Cadena Ser, pochi minuti dopo il fischio finale. E ha analizzato la situazione che riguarda il suo connazionale... "Sono preoccupato, perchè prima pensavo che fosse una specie di castigo, una dinamica da padre e figlio. Ma ora non più e sono preoccupato. Non so cosa succederà, ma la sensazione è che si sia rotto qualcosa. Se metti il tuo giocatore più talentuoso  per soli tre o quattro minuti quando hai bisogno di vincere, mi pare chiaro che è così. La situazione mi pare un po' al limite".

Il rigore e il futuro del Cholo

—  

Anche Joao Felix, però, ci mette del suo... "Quando c'è stato il rigore, penso che fosse una situazione in cui bisogna avere le palle per tirarlo. Ed ero convinto che Joao avrebbe preso il pallone e avrebbe calciato lui. E non lo ha fatto, quindi attenzione...". In ogni caso, secondo Futre Simeone non rischia la panchina. "Cholo è un mito. Certo, poteva mettere Joao prima, ma è un mito e i miti dei Colchoneros non si toccano. Starà qui fino a quando lo vorrà e gli diremo sempre grazie. Non bisogna dimenticare come stava la squadra prima che arrivasse, siamo finiti all'inferno, mentre con lui abbiamo rischiato di vincere la Champions". Dunque, Joao Felix è avvisato: più probabile un suo addio, forse anche già a gennaio, che un esonero del tecnico...