Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Cerezo: “Il calcio deve all’Atletico una Champions”

MADRID, SPAIN - JANUARY 24:  Enrique Cerezo President of Club Atletico de Madrid looks on prior to the start of the La Liga match between Club Atletico de Madrid and Sevilla FC at Vicente Calderon Stadium on January 24, 2016 in Madrid, Spain.  (Photo by Denis Doyle/Getty Images)

l presidente dell'Atletico Madrid, in occasione dei venti anni della sua presidenza ha spaziato su vari argomenti.

Redazione Il Posticipo

Enrique Cerezo a tutto campo. Il presidente dell'Atletico Madrid, in occasione dei venti anni della sua presidenza ha parlato in una intervista a Telemadrid, spaziando su vari argomenti. Dalla trattativa per Suarez e Griezmann sino alla Champions, un chiodo fisso. E la convinzione che prima o poi anche i colchoneros saliranno sul tetto d'Europa.

ATLETICO - L'Atletico affronterà il Liverpool, una partita dai ricordi agrodolci. Esattamente come l'Europa che conta. "Sono quasi da 20 anni presidente dell'Atletico e ne ho passati altri 15 da vicepresidente. Ho messo sempre l'Atletico al di sopra di tutto.   I ricordi più belli sono legati alla vittoria del campionato con Antic, all'inaugurazione del Metropolitano e a tutti i trofei che abbiam vinto. Conservo un bel ricordo anche delle finali, è stato comunque un percorso emozionante. Più che piangere, è triste non essere riusciti a realizzare qualcosa che non è stato raggiunto. Credo che il calcio ci debba una Champions. Siamo arrivati in finale per tre volte e le abbiamo perse tutte per una serie di circostanze sfortunate".

 (Photo by Alexander Hassenstein/Getty Images)

PROSPETTIVE - Spazio anche per le prospettive. A partire dal ritorno dei tifosi: "E' stata una grande gioia vedere le persone tornare allo stadio, emozionarsi nel vedere di nuovo la loro squadra dal vivo. Di più perché è stato in una partita che abbiamo vinto e abbiamo vinto molto bene". Contro il Barcellona, la ex squadra di Suarez e Griezmann. "Siamo sempre stati interessati ai grandi calciatori. Luis è stato un grande acquisto. Si parla di un ottimo giocatore e di una persona meravigliosa. Si è parlato molto di questi trasferimenti ma credo che le due operazioni siano state soddisfacenti anche per il Barcellona". Per poco non è arrivato anche Messi. "La verità è che non lo so. In ogni caso, Simeone ha fatto bene a provarci, anche se immagino, come ha detto il Cholo, che sia stato molto difficile arrivare a Leo. Fra l'altro il PSG ha molto potere economico. La Liga invece ha imposto un controllo molto serio e rigoroso affinché il calcio spagnolo possa trovarsi nella situazione economica in cui si trova”.