Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Atletico Madrid, ecco Depay: “Diego Costa? Non mi dispiace come paragone, ma so fare anche assist”

Atletico Madrid, ecco Depay: “Diego Costa? Non mi dispiace come paragone, ma so fare anche assist” - immagine 1
Il calciatore olandese è stato presentato ufficialmente.

Redazione Il Posticipo

Memphis Depay è già, a tutti gli effetti e ufficialmente, un calciatore dell'Atlético de Madrid e come tale è stato presentato al Cívitas Metropolitano. L'olandese, che indosserà la 9, è già pronto al debutto in rojiblanco in campionato previsto contro il Valladolid. Le sue parole in conferenza stampa sono riprese da AS.

SCELTA

—  

Una scelta voluta da entrambe le parti. “È stato tutto molto veloce, io volevo cambiare, la dirigenza dell’Atletico mi ha cercato. Mi sono subito allenato e confrontato con il tecnico e ho la sensazione che questo sia il posto giusto dove esprimermi. Ho giocato e perso 2-0 al Metropolitano lo scorso anno. E sono rimasto molto colpito dallo stadio e dall'intensità. Ne ho parlato con Simeone, mi ha chiesto come mi sentissi, arrivo da ore lunghe, faticose e noiose fra attese e scartoffie. Mi conosce dai tempi del Lione. Vuole che sia pronto prima possibile”. All’Atletico è stato già paragonato a Diego Costa. “Non saprei rispondere, ma di certo è non è un cattivo paragone. Non amo i confronti ma ho sempre ammirato il suo spirito combattivo. Costa è stato un grande calciatore che ha avuto parecchio successo.

Atletico Madrid, ecco Depay: “Diego Costa? Non mi dispiace come paragone, ma so fare anche assist”- immagine 2

GOL

—  

Depay dovrà convivere con aspettative molto alte. Simeone chiede tantissimo a livello fisico, anche e soprattutto agli attaccanti chiamati ad essere primi difensori in fase di non possesso. E da Depay vuole i gol. L’olandese ne è consapevole. “Mi adatterò al nuovo stile, non credo sia un grande problema. Guardo sempre le statistiche dopo le partite e credo che si possa rimanere sorpresi nel leggere i chilometri che percorro in ogni partita. Giocare con e per la squadra non sarà un problema. Sono un attaccante creativo, i gol possono arrivare anche attraverso gli assist e lavorando per il collettivo. Ho parlato con Griezmann e mi ha detto molte cose positive sulla squadra. Non prometto i gol di Manolo, ho una idea di quel che posso fare ma la tengo per me. So che ci si aspetta tanto da me ma devo adattarmi alla squadra e a ciò che vuole l'allenatore”.